la rotta di ulisse 2.0

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

I pianeti in Aquario

La Luna

La memoria concessa alla Luna nell’undicesimo segno è spesso semi-inesistente, funzionante quel tanto che le consente di sopravvivere a questo mondo, ma anche felicemente opportunistica, perché può dimenticare con facilità estrema quello che non la interessa nella vita, e sicuramente non si tratta di poca cosa.
Ha un ottimo fiuto per difendersi da quello che le potrebbe provocare problemi e, soprattutto, la dovesse costringere ad assumere impegni che non la interessano. È però molto brava nel mimetizzare le proprie reali intenzioni, così che difficilmente qualcuno scopre di primo acchito quel pizzico di “paraculismo” che la contraddistingue.
È sensibile soprattutto per tutto ciò che riguarda le grandi cause dell’umanità. Comprende anche molto bene le emozioni altrui ma, visto che non ama i rapporti troppo coinvolgenti, preferisce impegnarsi nelle cause lontane anziché in quelle che potrebbero toccarla troppo da vicino.
Ma da dove nascerà un atteggiamento del genere? Se si pensa a una madre con la Luna in Aquario la prima domanda che ci si pone è: “Perché mai avrà fatto figli?” Nella maggior parte dei casi infatti rinuncia ragionevolmente ad averne, assecondando la propria natura profonda. Se però, per un qualche strano caso della vita, ha deciso altrimenti, sarà sicuramente una madre atipica, sperimentale, che a volte vorrebbe fare l’amica della propria prole. Dimenticando o ignorando che quasi tutti i bambini, con l’eccezione forse di Capricorni e Aquari, avrebbero bisogno di una mamma-mamma. L’infanzia di cui una mamma di questo tipo sarà concausa, andrà di certo fuori dagli schemi correnti, anche se ciò non sarà chiaro e lampante agli occhi degli altri, perché gli Aquari, e le Lune in Aquario in particolare, sono molto abili a mimetizzarsi. Potrà trattarsi di una madre che lascia molto presto ai figli la loro libertà, anche se questi non si sognano nemmeno di chiederla, per riacquistare appena possibile la propria. Oppure di una madre tollerante e un po’ sfuggente, sempre in virtù di una propria stravaganza interiore o manifesta.
Nonostante un modello materno francamente discutibile (perché non dimentichiamo che l’essere umano è un mammifero...) l’uomo con questa Luna è uno dei più permissivi e open-minded nei confronti delle donne. Non cerca infatti né una mamma né una creatura da possedere, ma una compagna-amica a cui concedere tutta la libertà che vuole e che ti conceda a sua volta lo spazio di cui hai bisogno. Può anche tradire, perché la fedeltà non è per lui un’esigenza primaria. Come pure può subire senza battere ciglio un tradimento della partner.
Per una donna non sarà semplice superare lo scoglio materno soprattutto nell’infanzia, ma raggiunta l’età adulta coltiverà come bene supremo la propria libertà. Di tutto il resto si potrà discutere, ma di certo non della libertà.

Questa descrizione è tratta dall’articolo sulla Luna:
http://www.larottadiulisse.it/astri/luna.html
 


Mercurio

In Aquario Mercurio assume sfumature strane, complesse. Ha una curiosità orientata verso situazioni stravaganti ed eccentriche, umane e sociali. L’influsso di Nettuno gli dà spesso una forte sensibilità musicale ma lo rende intellettualmente discontinuo e, se è pur in grado di comprendere alla perfezione una certa cosa che gli interessa, è probabile che presto se ne distacchi perché la sua attenzione si è appuntata altrove, per cercare di cogliere l’infinito e intangibile. Il suo difetto, intellettualmente, può essere l’incostanza che gli impedisce di addentrarsi per davvero in un determinato argomento. È socievolissimo e i contatti umani sono il suo pane quotidiano, ma anche in questo caso può essere discontinuo e inaffidabile, perché i legami troppo impegnativi gli tolgono l’aria e l’illusione di essere libero. Si muove molto soprattutto con la mente, ma si sposta anche da un luogo a un altro se c’è da conoscere un nuovo guru, una nuova tecnica di rilassamento, una novità tout-court. È molto concentrato sul presente ma anche proiettato nel futuro, per il quale vagheggia situazioni umane e sociali migliori di quelle attuali, con un idealismo sincero. Può essere un ottimo commerciante perché è un diplomatico nato e non disdegna di elargire un sorriso radioso al cliente, potenziale vittima di una solenne fregatura, convinto com’è che la vita è anche un gioco e una menzogna non ha mai ucciso nessuno. Sin dall’adolescenza ha coltivato la sua “alterità” esistenziale, cercando e spesso ottenendo una sua autonomia rispetto ai genitori, quasi sempre impiegando le armi della diplomazia, a volte con aperte ribellioni. Come figlio è atipico e stenta a riconoscere a coloro che lo hanno generato – in particolare al padre – il ruolo di genitori. Quasi sempre non gli interessa affatto avere figli e, nei casi in cui ne abbia, li tratterà come amici adulti e/o con un pizzico di indifferenza, non vedendo l’ora che raggiungano davvero la maggiore età e gli restituiscano così il suo bene supremo, la libertà.
Caratteristiche queste ultime accentuate se anche il Sole è in Aquario, combinazione che crea spiriti indipendenti, talora eccentrici, a volte improntati a un certo opportunismo.
Questo Mercurio può alleggerire invece certe durezze del Capricorno, instillandogli una mobilità e curiosità sociale maggiore del consueto. Non dà l’esigenza primaria di avere figli ma, quando se ne abbiano, attenua lo spirito dittatoriale che a volte il Capricorno esercita verso la prole.
Il Nettuno dell’Aquario si somma al Nettuno dei Pesci e se il Sole è in questo segno può generare caratteri stravaganti e irrequieti, alla perenne ricerca di qualcosa di diverso da quello che si ha già. L’educazione di eventuali figli è al di fuori della norma, con risultati che vanno valutati caso per caso.

Questa descrizione è tratta dall’articolo su Mercurio:
http://www.larottadiulisse.it/astri/mercurio.html

Venere

Opposta al Sole bruciante del Leone, la Venere in Aquario disdegna di solito il troppo dispendio energetico che una passione amorosa assoluta comporta. Preferisce le amicizie sentimentali, dove non sia coinvolto solo il corpo ma abbia un ruolo fondamentale anche il dialogo intellettuale. Più che dai muscoli lucidi di sudore, quindi, è attratta dalle idee del partner e a sua volta tende ad affascinare e sedurre con lo scambio di idee, con la promessa di una fuga verso mondi lontani (non importa quali) ma al tempo stesso fermamente decisa a far rispettare la propria libertà di movimento. Tanto che è attratta dalle forme di libero amore, nei casi estremi dall’amore di gruppo dove puoi amare tutti e non amare nessuno, e se ti stanchi puoi defilarti tanto ci sarà qualcuno che prenderà il tuo posto. Mediamente è allergica alle unioni troppo soffocanti e, anche nella piena fase dell’innamoramento, preferisce che il partner la sera se ne torni a casa sua. A volte sembra svagata e poco realistica, ma in realtà ha un solido contatto con la realtà, seppur tutto suo. Raramente crede agli amori eterni, perché è possibilista e quasi mai monogama. In fondo nemmeno lei sa quello che vuole o, per meglio dire, sa che i desideri di oggi non necessariamente rispondono a quelli di domani. Ha inoltre un vero amore per gli amici, verso i quali spesso si riversano le attenzioni che gli altri undici segni dedicano al partner. Ha una salute un po’ fragile che spesso cura indirizzandosi verso le medicine alternative, a volte le più stravaganti. Anche i gusti estetici sono strani, ma tutt’altro che pacchiani. Adora le cose orientali probabilmente perché le ricordano il suo amato yoga.
Se anche il Sole è in Aquario, la libertà è un bene estremo e assoluto e si riesce ad amare – a volte anche ad amare davvero – se si riesce a conservare uno spazio tutto per sé. Cerebrale, possibilista e amichevole, s irrigidirà e s’infiammerà soprattutto per le battaglie ideologiche, magari condividendo quelle del partner.
Per un Sole in Sagittario, la Venere nell’undicesimo segno rafforza il lato nettuniano, fa sentire costrittivo qualsiasi rapporto troppo stabile, ma la diplomazia aquariana concede di trovare soluzioni compromissorie per far durare un rapporto, soluzioni non necessariamente improntate alla sincerità. Meglio quindi le amicizie amorose perché lasciano più spazio alla libertà.
Questa Venere è capace di alleggerire un Sole in Capricorno, che riesce a essere meno dittatoriale almeno nel rapporto di coppia. È fortemente realistica e di solito cerca un compagno amico piuttosto che un partner da dominare o da cui venir dominati.
Una decisa vaghezza è invece assicurata dall’accoppiata Venere in Aquario e Sole in Pesci, accomunati da Nettuno. Difficile da ingabbiare in un rapporto stabile, può prendere grossi abbagli per una non realistica idealizzazione del partner. Ma presto si riprende, pronta a salpare verso altri lidi e a inseguire altre chimere.
Questa Venere infine rende più malleabile e possibilista – almeno in amore – l’Ariete, che si lascerà prendere meno dalle sue fiammate travolgenti, e preferirà avere un compagno di viaggio con cui scambiare esperienze. E per un Ariete non è una cosa da poco. .

Questa descrizione è tratta dall’articolo su Venere:
http://www.larottadiulisse.it/astri/venere.html

Marte
Nell’undicesimo segno, Marte assume caratteristiche strane. Disdegna la crudeltà gratuita e raramente s’infiamma. Se lo fa, è soprattutto o addirittura esclusivamente per questioni ideologiche o politiche. Altrimenti lascia correre, o meglio ancora se ne frega. Se deve proprio mettersi in competizione con qualcuno non disdegna mezzi non propriamente cristallini per sconfiggere l’avversario. Insomma, anziché stenderlo con un pugno gli fa mandare un’ispezione fiscale grazie a un amico finanziere, così che l’ipotetico nemico non abbia più tempo per battersi. Oppure trova alleati che facciano il lavoro sporco al posto suo. Ma sono situazioni estreme perché di solito preferisce forme di compromesso rispetto a una guerra aperta. Per lo stesso motivo, ha una muscolatura efficiente che usa lo stretto necessario, evitando sforzi inutili. Sul piano erotico non è il massimo perché è troppo etereo per abbandonarsi pienamente alle gioie del sesso. Svolge però il suo compito con dignità, ma solo quando ne ha voglia e per lo stretto indispensabile. Le donne con questa posizione planetaria sono cerebrali e cercano l’amante amico. Forse si eccitano di più sentendo parlare di Schopenhauer o Sai Baba che all’idea di una scopata senza cerniera. L’eccitazione comunque deve sempre partire dalla testa, e se manca la scintilla intellettuale anche il corpo resta freddino.

Questa descrizione è tratta dall’articolo su Marte:
http://www.larottadiulisse.it/astri/marte.html
 


 Giove
Nell’undicesimo segno, Marte assume caratteristiche strane. Disdegna la crudeltà gratuita e raramente s’infiamma. Se lo fa, è soprattutto o addirittura esclusivamente per questioni ideologiche o politiche. Altrimenti lascia correre, o meglio ancora se ne frega. Se deve proprio mettersi in competizione con qualcuno non disdegna mezzi non propriamente cristallini per sconfiggere l’avversario. Insomma, anziché stenderlo con un pugno gli fa mandare un’ispezione fiscale grazie a un amico finanziere, così che l’ipotetico nemico non abbia più tempo per battersi. Oppure trova alleati che facciano il lavoro sporco al posto suo. Ma sono situazioni estreme perché di solito preferisce forme di compromesso rispetto a una guerra aperta. Per lo stesso motivo, ha una muscolatura efficiente che usa lo stretto necessario, evitando sforzi inutili. Sul piano erotico non è il massimo perché è troppo etereo per abbandonarsi pienamente alle gioie del sesso. Svolge però il suo compito con dignità, ma solo quando ne ha voglia e per lo stretto indispensabile. Le donne con questa posizione planetaria sono cerebrali e cercano l’amante amico. Forse si eccitano di più sentendo parlare di Schopenhauer o Sai Baba che all’idea di una scopata senza cerniera. L’eccitazione comunque deve sempre partire dalla testa, e se manca la scintilla intellettuale anche il corpo resta freddino.

Questa descrizione è tratta dall’articolo su Giove:
http://www.larottadiulisse.it/astri/giove.html

Saturno
È una delle posizioni del pianeta meno pesanti da vivere, anzi concede spesso a chi la possiede una felice capacità di adattamento nei rapporti umani. Anche i segni più egocentrici ed egopatici come Ariete e Leone, infatti, si costringono istintivamente a smussare gli spigoli che troppo spesso incrinano i rapporti umani. Intendiamoci, anche in questa sede il pianeta sa essere duro e spietato se gli serve, ma lo fa con cognizione di causa e per eliminare un problema.
Grande diplomatico per natura, può ottenere una posizione di potere perché sa mettere d’accordo i punti di vista più disparati, impiegando quello che gli riesce meglio, la scienza del compromesso.
Le sue capacità logiche non sono pertanto rigide, anzi sono mutevoli e adattabili alle circostanze, grazie alla presenza nel segno di Urano e Nettuno, e spesso scaltre e sottilmente manipolatorie, per la presenza di Plutone in trasparenza.
È idealista, ma a modo suo, e se soffre per le ingiustizie del mondo – e spesso lo fa – non è detto che conservi sempre lo stesso punto di vista su una questione, anzi.
Può anche avere accessi di fanatismo, se è troppo intriso da Nettuno, e avere momenti in cui eserciterebbe la giustizia come ai tempi della rivoluzione francese. Insomma, taglierebbe la testa a questo o a quello. Poi però si riprende, e ritorna alla realtà.
Non ha paura della vecchiaia, perché la considera uno dei tanti passaggi della vita, anche se in questa età può essere portato ad avere problemi di circolazione o al cuore.

Questa descrizione è tratta dall’articolo su Saturno:
http://www.larottadiulisse.it/astri/saturno.html

Urano
È una delle posizioni del pianeta meno pesanti da vivere, anzi concede spesso a chi la possiede una felice capacità di adattamento nei rapporti umani. Anche i segni più egocentrici ed egopatici come Ariete e Leone, infatti, si costringono istintivamente a smussare gli spigoli che troppo spesso incrinano i rapporti umani. Intendiamoci, anche in questa sede il pianeta sa essere duro e spietato se gli serve, ma lo fa con cognizione di causa e per eliminare un problema.
Grande diplomatico per natura, può ottenere una posizione di potere perché sa mettere d’accordo i punti di vista più disparati, impiegando quello che gli riesce meglio, la scienza del compromesso.
Le sue capacità logiche non sono pertanto rigide, anzi sono mutevoli e adattabili alle circostanze, grazie alla presenza nel segno di Urano e Nettuno, e spesso scaltre e sottilmente manipolatorie, per la presenza di Plutone in trasparenza.
È idealista, ma a modo suo, e se soffre per le ingiustizie del mondo – e spesso lo fa – non è detto che conservi sempre lo stesso punto di vista su una questione, anzi.
Può anche avere accessi di fanatismo, se è troppo intriso da Nettuno, e avere momenti in cui eserciterebbe la giustizia come ai tempi della rivoluzione francese. Insomma, taglierebbe la testa a questo o a quello. Poi però si riprende, e ritorna alla realtà.
Non ha paura della vecchiaia, perché la considera uno dei tanti passaggi della vita, anche se in questa età può essere portato ad avere problemi di circolazione o al cuore.

Questa descrizione è tratta dall’articolo su Urano:
http://www.larottadiulisse.it/astri/urano.html
 


Nettuno
Nel 2008, parlando di Nettuno, entrato nel segno da una decina d’anni, ma che non poteva ancora far capire al meglio come si sarebbe manifestato nel comportamento di chi lo possiede, scrissi questo:

“I nativi sono ancora troppo piccoli per essere analizzati seriamente. Le qualità e i difetti nettuniani infatti ben difficilmente si rivelano nei primi anni di età, tranne per quel che riguarda la fantasia.
Posso quindi fare solo delle brevi ipotesi su di loro.
Sono possibilisti e adattabili, soprattutto nei rapporti umani.
Sembrano molto malleabili, ma in realtà sono dei libertari nati e sono buoni e gentili solo se non si vedono imporre niente.
Se si trovano in un ambiente impositivo, di solito non scelgono di combattere a muso duro, ma fingono di accettare le imposizioni e poi di nascosto fanno quello che gli pare.
Ancora non possono avere manifestato idee chiare in fatto di religione, ma sembrano molto curiosi senza essere però troppo dogmatici.
Ma è presto per capire.
Come ancora non hanno sviluppato un gusto individuale per il proprio abbigliamento anche se, in questo settore, sembra prevalere ancora una volta la voglia di libertà.
Non resta che aspettare qualche anno per comprenderli meglio…”

http://www.larottadiulisse.it/astri/nettuno.html

A distanza di quasi dieci anni confermo in pieno. Sottolineando in particolare due caratteristiche, adattabilità e voglia di rompere gli schemi precedenti. Forse al momento senza avere del tutto capito in quale nuovo schema vogliono credere, e perseguire.
Plutone
Entrerà in Aquario stabilmente nel novembre 2024, restandoci poi una ventina d’anni. Ne parleremo allora, se lo Zodiaco e il destino mi consentiranno di farlo.

Massimo Michelini



Copyright © 2018La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati