LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Corso di rammendo astrologico, di Laura Toni e Massimo Michelini.
Ottobre 2022
- Febbraio 2023












Qui un video sulla presentazione del corso: https://www.youtube.com/watch?v=QzG1OL5U49Q&t=72s

Il rammendo astrologico è il nome che abbiamo dato a un corpus di nuovi contenuti e metodologie ispirate dalle scoperte della psicologia cognitivo-comportamentale di terza onda (ACT, schema therapy, metacognitiva interpersonale, mindfulness, bioenergetica, etc). Concetti che, sommati e applicati alla disciplina astrologica, riescono in primo luogo ad arricchire la parte interpretativa con un’accurata e aggiornata analisi psicologica del tema natale. Inoltre, hanno la capacità di trasformare il rapporto tra astrologo e consultante. L’astrologo infatti utilizzando queste tecniche non “si limita” a tracciare il carattere di chi gli sta davanti e a dargli indicazioni sul futuro, ma lo accompagna in un reale percorso di cambiamento.
Detto in altri termini, il nuovo metodo riesce a far compiere il passaggio dal simbolo come oggetto di interpretazione al simbolo come oggetto di rappresentazione interna.
Con un facile esempio, un Marte di un certo tipo indica un modo di agire ma, al tempo stesso, è l’immagine interiore che ci induce a comportarci in un determinato modo. E così fanno tutti gli altri pianeti e simboli astrologici.
Partendo da questa conoscenza e consapevolezza, si può intraprendere un lavoro guidato di rielaborazione attiva dei propri simboli, percorso che fornisce l’opportunità di un reale cambiamento.
Ciò può avvenire tramite una serie di esercizi/tecniche che spaziano da visualizzazioni dei simboli al fine di facilitare l’elaborazione di uno storymaking significativo e trasformativo,
a esperienze orientate allo sviluppare una maggior consapevolezza sensoriale e fisica del simbolo stesso (embodied cognition).
Ossia tramite il sentire, il percepire il simbolo nel corpo e accoglierlo, si possono attivare processi neurofisiologici di solito confinati nella sottosoglia della coscienza. Questi processi sono volti a promuovere un cambiamento tramite un miglior dialogo delle nostre parti scompensate, dei nostri schemi comportamentali maladattivi, dei nostri stili di pensiero disfunzionali (in astrologhese, le quadrature, le opposizioni, ecc correlate), risvegliando stati-risorsa e accedendo a parti nuove di sé.
La mancata consapevolezza precedente impedisce infatti un dialogo, creando conflitti o attriti.
Se una visione parziale ci faceva credere che i simboli ci rappresentano, ora sappiamo anche che ci compongono fisicamente e psicologicamente. In qualche modo sono loro a crearci. Conoscerli in profondità attraverso il rammendo astrologico è un’esperienza intensa e sorprendente, in qualche caso taumaturgica e capace di generare nuove parti di noi o risvegliare lati della nostra personalità che finora non avevamo sfruttato a dovere.
La conoscenza e la rielaborazione porta alla trasformazione. Consentendoci di cambiare quello che nella nostra vita ci era di ostacolo.


Corso Base per facilitatori di rammendo astrologico e per studiosi di astrologia 2022-2023

Il corso è rivolto agli studiosi di astrologia, a coloro che vogliono apprendere questa nuova tecnica ma anche a chi intende risolvere lati del suo comportamento che non gli piacciono o gli hanno causato problemi. 

Si articola in tre moduli, ognuno dei quali è suddiviso in tre incontri, il primo sempre in presenza e della durata di sei ore, a Modena dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17; i successivi saranno in due giornate di quattro ore ciascuna, on-line, dalle 10 alle 14 e dalle 14 alle 16.
Chi non potrà partecipare agli incontri in presenza a Modena potrà seguire in diretta su Zoom o avere in un secondo momento la registrazione dell’incontro.
Il corso consta quindi di 18 ore in presenza e di 24 on-line.
Alle lezioni va aggiunta una seduta privata di due ore da concordare con uno dei due formatori, in presenza o on-line.
Tutte le tecniche di rammendo verranno sperimentate nelle lezioni tra i partecipanti al corso.
È prevista inoltre una chat Whatsapp di gruppo per interazioni rapide, domande, chiarimenti o consigli sugli esercizi a casa ed eventuale invio di materiale multimediale.

Numero massimo di 15 partecipanti.

A fine corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Per informazioni su costi e modalità di pagamento, scrivere a
Ltoni2307@gmail.com
o
Massimomichelini1@virgilio.it
o
Rammendoplanetario@gmail.com

Primo modulo
I contenuti del modulo saranno trattati nell’arco di tre incontri.

Prima lezione in presenza a Modena, 23 ottobre, 10-13, 14-17;
Seconda lezione, on-line, 6 novembre, 10-12, 14-16,
Terza lezione, on-line, 20 novembre, 10-12, 14-16.

 

Dal simbolo come interpretazione al simbolo come rappresentazione interna.

Cos'è la rappresentazione interna del simbolo e le diverse modalità di accesso.
Come predisporre noi stessi o il cliente per facilitare l'emergere dei correlati interni del simbolo siano essi immagini, emozioni, ricordi, scene significative, sensazioni ecc… e iniziare a fare un’esperienza multisensoriale e soggettiva del simbolo.
Tecniche verbali (Milton model) e corporee (grounding, mindfulness) applicate e arricchite dagli elementi astrologici… Come e perché funzionano.
Esercizi in plenaria
Disegnare il simbolo, vedere nello schermo della mente il simbolo, entrare nel proprio tema natale muoversi verso i simboli, ecc…
Quali sono gli ingredienti base per una buona visualizzazione.
Tecniche di immedesimazione e defusione.
Role Playing.
Tecniche verbali e non verbali per disinnescare il sistema critico cognitivo e favorire un’esperienza immersiva in grado di portare alla luce elementi significativi, far emergere quello che a livello profondo il simbolo incarna.

Esercizi in plenaria

COS’È L’ASTROLOGIA, LA SUA STRUTTURA E VALORE SIMBOLICO E COME FUNZIONA
L’astrologia è un sistema onnicomprensivo di analisi e interpretazione del reale all’interno del quale i pianeti e i segni hanno un valore simbolico, nella doppia accezione secondo cui i pianeti e i segni dentro di noi rappresentano tendenze caratteriali impersonate dagli dei e dee dell’antichità che ognuno di noi “imita” nel comportamento, come pure “subisce” o da cui viene “aiutato”, grazie al moto dei transiti. 
Quindi abbiamo dentro di noi un certo modello di comportamento dettato da un simbolo planetario, che ci dà il temperamento di base. Ma indipendentemente dal nostro modo di essere, possiamo venire stimolati nel bene e nel male dai transiti dei pianeti. Venere positiva così ci potrà far sentire belli o brutti e Marte porterà ad essere aggressivi o a subire la violenza altrui, e così via.
Il tema natale però è un unicum complesso che non si manifesta mai nello stesso tempo allo stesso modo, anche se quasi sempre ci sono comportamenti e modalità di reazione ripetitive e comuni.
Per prima cosa, prima di analizzare il soggetto, bisogna avere chiarezza sulle funzioni di segni, pianeti e case, per evitare di interpretare male, anche se la sovrapposizione e l’interazione tra forze simboliche a volte rende impossibile attribuire a un solo pianeta o segno un comportamento di un certo tipo.


 

Secondo Modulo
I contenuti verranno trattati nell’arco di tre incontri.

Quarta lezione in presenza, a Modena, 4 dicembre, 10-13, 14-17;
Quinta lezione, on-line, 18 dicembre, 10-12, 14-16,
Sesta lezione, on-line, 8 gennaio 2023, 10-12, 14-16.

Il potere delle storie
Il rammendo di tipo immaginativo

Noi siamo fatti di storie
Noi siamo le nostre autonarrazioni.
Queste ci creano, ci modellano e ci condizionano.
Anche attraverso i nostri simboli noi possiamo produrre vere e proprie narrazioni.
In queste lezioni impareremo come costruirle come guidare il cliente verso una sua narrazione (story making) in grado di generare un insight prodromo di una nuova consapevolezza e di cambiamento.
Esercizi in plenaria
I simboli del nostro tema natale immaginati e vissuti come protagonisti di vere e proprie storie, con i loro desideri, intenzioni e credenze che divengono schemi rigidi di comportamento, con le loro fragilità e blocchi ma anche con le loro potenzialità inespresse e risorse sorprendenti.
Tutto questo diventa un viaggio esplorativo delle nostre parti interne a volte poco consapevoli, un viaggio alla scoperta di come funzionano di cosa ci muove, un viaggio rivelatore su noi stessi.
In secondo luogo, lo story making dei simboli offre la possibilità, tramite la gestione e la risoluzione delle varie interazioni problematiche che emergono durante la visualizzazione, di generare significativi cambiamenti personali.
Come e perché il gemmare di nuovi comportamenti o stili di pensiero sia possibile ce lo spiega ormai con evidenza anche la scienza e vedremo come.

Il tema natale come l’insieme delle nostre varie pulsioni e funzioni adattative.
Vivere (Sole)
Sentire (Luna)
Informarsi (Mercurio)
Piacere (Venere)
Imporsi (Marte)
Accumulare (Giove)
Usare la volontà per durare nel tempo, scegliere, sfrondarsi dal superfluo, affermarsi con durezza (Saturno)
Agire concentrandosi sul presente, cogliere l’occasione al volo, pensare a realizzare (Urano)
Cambiare per restare se stessi, trasformarsi per sopravvivere, sbattere la testa contro il muro perché non riesci a cambiare, i restyling di superficie (Nettuno).
La forza creativa, spintonare per apparire, lasciare traccia di sé, non apparire per quello che si è, fecondare il mondo, tramare contro il mondo (Plutone).
Accogliere e sentirsi esclusi (X-Eris)

Le funzioni dei singoli segni,
le funzioni delle singole case.

 


 

Terzo Modulo
I contenuti verranno trattati nell'arco di tre incontri

Settima lezione, on-line, 22 gennaio 2023, 10-12, 14-16,
Ottava lezione, on-line, 5 febbraio, 10-12, 14-16,
Nona e ultima lezione, in presenza a Modena, 26 febbraio, 10-13, 14-17;

 

Noi siamo corpo
Il rammendo astrologico di tipo fisico

Il simbolo non è solo rappresentazione mentale immaginativa, ma è sempre anche una nostra parte incarnata. (Embodied cognition )
Il simbolo si esprime e si manifesta soprattutto attraverso il corpo:
sensazioni, emozioni, tensioni… ogni volta che vi sentite un blocco allo stomaco, un groppo in gola, una sensazione di pesantezza alla testa, alle gambe, irrequietezza ma anche sensazioni di calore localizzato o freddo, brividi, pruriti, formicolio, fitte ecc ecc…
tutte manifestazioni che tendiamo semplicemente ad ignorare o nei peggiori dei casi desideriamo solo eliminarli evitarli non sentirli.
In queste lezioni impareremo a

  • gestire e trasformare tutto ciò in preziosi segnali con i quali è possibile instaurare vere e proprie comunicazioni (segnali ideomotori)
  • Sviluppare il nostro senso della interocezione e le capacità propriocettive
  • Ascoltare il proprio corpo dall'interno, dare attenzione a ciò che il simbolo su cui stiamo lavorando evoca fisicamente
  • Evitare di evitare! Sentire il simbolo, fare spazio entrare dentro la sensazione, l'emozione, la tensione ecc

Questo tipo di esperienza e apprendimento ha davvero grande potere di autoconsapevolezza e trasformazione perché è un lavoro molto profondo che riesce ad intercettare e a elicitare parti nucleari di noi.

Il dialogo con il consultante
Bisogna evitare di sovrapporre il proprio giudizio preconcetto ai sentimenti e al sistema di pensieri del consultante.
Inoltre, anche se magari si individua giustamente un problema di fondo importante di un certo tipo, se la persona in quel momento ti parla di altro ti devi concentrare su quello.
Non bisogna fare diagnosi psicanalitiche ma restare al racconto di quello che il consultante dice.
Importanza del linguaggio e della narrazione impiegata.
Individuare attraverso le parole impiegate dal soggetto l’origine astrologica di un eventuale disagio (Io – il Sole o la prima casa: mi piace -Venere; devo – Saturno, etc.).
Il tema natale come campo di risorse eventualmente usate poco o male.
I punti di forza e quelli di debolezza, gli eccessi e le carenze, nell’analisi del tema natale che si rispecchiano nel racconto del consultante.
L’evoluzione del tema natale nel tempo.

I conflitti risolti, quelli irrisolvibili e quelli da sistemare. 

 

 

Corsi e percorsi

Su richiesta, organizzo corsi di astrologia morpurghiana, per principianti e per coloro che intendono approfondire seriamente lo studio dello Zodiaco.
Promuovo in particolare percorsi di conoscenza e autoconoscenza astrologica, attraverso l’analisi graduale e approfondita dei temi natali dei partecipanti ai corsi.
L’astrologia può infatti venire impiegata in vari modi. Quello predittivo, che cerca di capire dal moto degli astri cosa ci accadrà – e cosa accadrà genericamente al mondo – e quello conoscitivo.
Massimo MicheliniGran parte di coloro che oggi si occupano di astrologia preferisce studiare il moto degli astri soprattutto per cercare di predire cosa ci succederà nel prossimo periodo, quando troveremo l’amore o sistemeremo le questioni economiche.
Non c’è nulla di male nel tentare di individuare cosa ci riserva il futuro, anzi: capire i transiti significa capire la nostra vita.
Chi ricorre però massicciamente a varie tecniche previsionali più o meno astruse o fantasiose si rifugia spesso e volentieri in un tentativo di recupero del pensiero magico. Intendiamoci, la magia ha un suo fascino e un suo senso, anche per il benessere emotivo del singolo, ma pur sempre di magia si tratta. Ahimè, la bacchetta magica funziona solo nelle fiabe, e nei sogni, luoghi meravigliosi ma assai distanti dalla realtà quotidiana. Ma rifugiarvisi troppo significa rinunciare a raggiungere un’effettiva consapevolezza di ciò che ci crea problemi o dolore.
Come pure il concentrarsi troppo su questa o quella tecnica previsionale, che non consentono mai comunque di prevedere davvero fino in fondo quello che ci capiterà (né tanto meno di evitarlo in caso di pesanti negatività), significa troppo spesso credere che il futuro sia una sorta di spada di Damocle che sta per caderci tra capo e collo da un momento all'altro.
Mentre nel 99% dei casi il futuro ce lo creiamo noi con il nostro carattere, il nostro modo di relazionarci con gli altri, il nostro passato e il nostro vissuto. Certo, c'è anche chi resta schiacciato da un sasso lanciato dal cavalcavia, ma si tratta di casi rarissimi. Per il resto, spesso o quasi sempre l'unico sasso che ci schiaccia per davvero è il nostro carattere. E avendo chiara conoscenza del tuo vissuto e del tuo modo d’essere puoi capire davvero cosa ti aspetta.
Mentre impiegare questa o quella tecnica significa quasi sempre cercare di deresponsabilizzarsi, proiettando il futuro e quel che comporta fuori da te, come se davvero fosse un macigno pericolante. Perché il pericolo vero che corre a mio avviso l'astrologia in questo periodo è il ritornare a quelle definizioni da carta di cioccolatino che definiscono l'Ariete impulsivo e la Bilancia esitante, e poi passano alle previsioni, con l'anno esaltante per il Capricorno e moscio per il Cancro, stando ben attenti a tenere separato il futuro del singolo dal suo modo d'essere. Ma sono una cosa sola, non ci piove... E le varie tecniche previsionali contribuiscono a tenere separate le due parti, che in realtà sono una soltanto.
I miei percorsi di autoconoscenza astrologica si propongono perciò di aiutare i partecipanti a conoscersi e a impiegare l’astrologia nel modo giusto, partendo da se stessi.

Chi volesse ulteriori informazioni, può scrivere a Massimo Michelini

Vivo e lavoro a Modena, ma posso organizzare i miei “corsi e percorsi” anche in altre città.



Copyright © 2022La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati