LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Nettuno, ideologia, speranza e illusione

Parte seconda: il pianeta nelle case e in rapporto con gli altri pianeti

di Massimo Michelini

Come abbiamo visto il mese scorso (https://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/nettuno_ideo1.html), le simbologie di Nettuno sono complesse, sfuggenti e indefinibili, tanto sono poco visibili ad occhio nudo. Anzi, diciamo che di visibile c’è ben poco. Piuttosto, possono portare a sentire le voci che, non si sa se reali o provenienti da mondi superiori, ispirano le grandi gesta di alcune personalità eccezionali, chiamate a rispettare e a diffondere la volontà del divino o di quello che essi ritengono tale. Se i germi dell’influenza o di altre malattie contagiose si diffondono con lo starnuto o una stretta di mano, i messaggi di salvezza ispirati da Nettuno devono dare a chi crede in loro la speranza – spesso confinante con l’illusione – di poter migliorare il mondo, di renderlo più sano e morale, di vederlo abitato da persone con idee giuste, magari anche grazie alla propagazione delle proprie credenze. Non importa poi se si tratta di un giusto ritenuto tale solo da una parte del mondo, mentre tutto il resto lo considera il male assoluto. Il fanatismo o terrorismo religioso vanno in questa direzione, è ovvio. Chi li esercita non esita infatti a far stragi in nome di una causa superiore (prima di diffondersi a bassa quota, Nettuno notoriamente veleggia molto in alto, spesso là dove si ritiene dimori l’Altissimo), proprio come un virus o un batterio può sterminare le difese del corpo. In entrambi i casi si vuole ottenere il potere, e ci si riesce facendo fuori gli infedeli o il sistema immunitario della popolazione, in precedenza sana.
Se il paragone può non essere lusinghiero, anzi di certo non farà piacere a chi ha una forte e sincera fede, resta il fatto che Nettuno opera in questo modo, soprattutto se nel tema natale è forte. Paradossalmente non è detto che il pianeta non leso sia più attaccato a un certo tipo di ideologia, religione o credenza. Anzi, se è solo beneficato spesso aderirà a una certa dottrina per un periodo, di solito breve, poi però vorrà sperimentare altro e rinnegherà il credo precedente oppure creerà una miscela del tutto personale delle vecchie convinzioni e di quelle nuove. Credendo anzitutto che la vita è cambiamento, e forse non è dato all’uomo possedere una verità assoluta.
Come già visto nell’articolo del mese scorso, l’ideologia o la fede hanno comunque una funzione rassicurante per la psiche dell’uomo che, attraverso di esse, può trovare il coraggio morale di andare avanti, superando l’ansia dell’incertezza legata al futuro.
Acquista speranza, non a caso una virtù teologali secondo il Cattolicesimo e, attraverso questa forma di nutrimento spirituale vaga ma persistente, guarda al domani con minore paura. Spesso illudendosi, ma anche l’illusione può essere utile se non ci si affida acriticamente. Un pizzico va bene, troppa no.

Vediamo ora come il pianeta nelle case si esprime rispetto a queste simbologie. Come già visto negli articoli sul cambiamento, conviene ricordare che, essendo un pianeta generazionale data la sua lentezza, molte delle sfumature individuali di Nettuno, come accadrà anche per Plutone ed Eris, sono date soprattutto dalla sua posizione nelle singole case e dai rapporti con gli altri pianeti, che vanno quindi analizzati con estrema attenzione.
 

Nettuno in prima è spesso troppo irrequieto per affidarsi a un’unica ideologia o credenza religiosa. O meglio, auspicherebbe che il buono e il giusto prima o poi trionfino su questa terra, ma nel corso degli anni può cambiar parere su cosa sia il bene e cosa il male. Quasi sempre è però nutrito da una buona dose di speranza, perché crede nel cambiamento e cerca di metterlo in atto partendo da sé stesso, o almeno tenta di farlo. Se il pianeta non è leso vivrà molte metamorfosi che mette in atto in modo più o meno inconscio, se invece forma aspetti negativi con altri pianeti cambia comunque, ma i processi di trasformazione risultano complessi, come pure la speranza e l’illusione non sorgono spontanei, ma funzionano a tratti. Quello che è certo è che prima o poi cambierà.
In seconda Nettuno è in una casa non ostile alle sue simbologie, ma pure fondamentalmente indifferente alle sue caratteristiche tipiche. Di rado quindi si seguono alla cieca ideologie o credenze, tranne per chi venera il Dio Denaro, o ha timore di perderlo. Più spesso si ha invece un senso estetico molto forte e le aspirazioni sono rivolte in particolare a migliorare il proprio aspetto o quello che si realizza nel campo dell’immagine, spesso per lavoro. In qualche caso cambiando il look di frequente, in altre fossilizzandosi su quello di sempre cercando di eliminare le imperfezioni. Questo avviene soprattutto se il pianeta riceve aspetti negativi. A volte inoltre si idealizza il clan d’origine, cercando di ottenere una sicurezza affettiva o economica più immaginata che reale. Possono esserci inoltre illusioni rispetto alla possibilità di arricchire, oppure ci si riesce grazie al proprio ingegno e arte.
 


Il pianeta in terza non è al posto suo e stenta ad aderire in modo cieco alle credenze ideologiche correnti. Sentendosi un po’ uno straniero in patria, semmai è curioso rispetto alle ideologie fuori dal coro, o almeno si informa su quelle che ancora non sono diventate di moda. Nel momento in cui dovesse accadere, quasi certo che si interesserebbe ad altro, forse perché l’attenzione gli cade in modo automatico su tutto quello che appare differente dal consueto. Possibile inoltre che possa illudersi o sperare molto nel periodo dell’adolescenza, poi diventi più realista o disincantato. Non è escluso però che sfrutti i mezzi di comunicazione più al passo dei tempi per cercare qualcosa in cui credere. Non è detto ci riesca, anche perché non crede troppo nelle magnifiche sorti e progressive dell’umanità. Però è curioso e si informa, salvo poi aderire solo alle cose che non gli sembrano troppo fantascientifiche o frutto di autoillusione.
Nettuno in quarta - come quello in seconda - non è particolarmente portato all’ideologizzazione a tutti i costi. Semmai, preferisce aderire alle convinzioni della propria famiglia, o a quelle che vanno per la maggiore in patria. La speranza è poi confinata in un angolino del suo cuore e di rado tende ad eccedere. Preferisce piuttosto proteggere i sentimenti, ambito in cui le attese e le paure hanno ovviamente un forte spazio. Forse si illude di cambiare la famiglia, o di trasformare la casa, oppure è costretto a inseguire una famiglia mutevole e in perenne trasloco, in alcuni casi minando la sua stabilità emotiva.


 In quinta Nettuno a volte cerca l’illuminazione attraverso la danza o il sesso. È noto infatti che i dervisci cercano il contatto con il divino attraverso la rotazione velocissima intorno al proprio asse, mentre il tantra ti indica la via per puntare alla trascendenza passando anche dall’orgasmo. E, per restare in Occidente, neppure l’estasi di Santa Teresa scherzava in proposito. Forse in questa posizione planetaria non si cercano speranze o illusioni, se non quella utopica di bloccare il fuggire del tempo attraverso riti che glorifichino la vita, come appunto le esperienze mistico-sessuali. Se fortemente afflitto, può creare forme ossessive che, per sconfiggere ansie di varia natura, costringono a comportamenti ripetitivi o compulsivi.
In parte come accade anche con Nettuno in sesta, posizione notoriamente non affine alla natura profonda del pianeta che si trova a suo agio invece nell’opposta dodicesima. Rifuggi qui di solito dalle tendenze troppo mistiche e può dare la propensione a credere a utopie collettive, come potevano essere il comunismo o il fascismo nei momenti di massima voga. Ossia non si confida troppo nella possibilità di andare oltre il visibile e il quotidiano, ma in qualche modo si mitizza la normalità. Ci si rassicura infatti se si pensa come tutta l’altra gente e si insegue l’utopia (o distopia) del “siamo tutti uguali”. La normalità propria della casa viene quindi consacrata a valore collettivo, e ogni trasgressione alle regole è vista con sospetto. La speranza si lega alle rassicurazioni che la massa ti può dare, anche se sotto sotto si teme che qualcosa di non controllabile venga a sconvolgere la normalità.

Nettuno in settima può far credere a grandi utopie collettive, non tanto come accade per la posizione in sesta per sentirsi omologati alla massa, quanto piuttosto perché si ritiene inconsciamente che sia possibile realizzare le utopie, ma solo se fai gruppo, e sei con altri. A volte cercando di porsi come líder máximo dell’ideologia prescelta, altre come semplice supporter o parte dell’apparato dirigente. In generale, gli altri sono visti anche come un modo per trasformare se stessi, magari anche grazie alla realizzazione di un sogno collettivo, forse illusorio o forse no. È raro inoltre che i rapporti con il prossimo siano improntati alla calma piatta, e, prima o poi, accade qualcosa che li trasforma, non importa in che modo e verso quale direzione.
Nettuno in ottava di solito è abbastanza estraneo alle ideologie e, semmai, preferisce le sperimentazioni, a volte addentrandosi in territori pericolosi e confusi. Il pensiero della morte, più o meno latente, può infatti spingere ad interessarsi alle dottrine filosofiche e spirituali che trattano quest’argomento, centrale per tutti noi. A volte facendo aderire a gruppi che si occupano di occulto, altre inducendo ad assumere sostanze che allontanino il pensiero della dipartita. Oppure si ha la speranza di fare soldi in maniera bizzarra, in alcuni casi al limite del lecito o oltre, come accadde a uno dei più famosi narcotrafficanti della storia, Pablo Escobar. Se il pianeta è beneficato si sperimenta inoltre per curiosità, se leso, per tamponare certe grosse ansie di sottofondo.


In nona Nettuno dà il suo meglio per quanto riguarda ideologie, speranze e illusioni. Fermamente convinto che ogni cosa nella vita abbia un senso, e spesso certo che l’ideologia che segue sia la migliore sulla faccia della Terra, può essere a volte un convinto missionario rispetto alla propagazione delle proprie idee, altre uno sperimentatore di tutte le possibili spiegazioni al mistero dell’esistere. In ogni caso, salvo aspetti collaterali devastanti, anche le difficoltà più grosse della vita vengono vissute come prove inevitabili, per le quali però c’è sempre una soluzione, ci si augura positiva. Sia vero oppure no, l’illusione è compagna di vita, in senso buono. Poiché tutti noi abbiamo bisogno di sogni per vivere, il Nettuno in nona casa quasi sempre li immagina e li sente a lieto fine. Vuole poi che gli altri siano partecipi della sua speranza, e spiegando perciò loro perché devono dare un senso a tutto, compresi gli eventi tragici.
Nettuno in decima è in una posizione più o meno neutrale rispetto alle posizioni canoniche ma nonostante ciò a volte dà velleità, anche ideologiche, che stentano a trovare una realizzazione pratica. Semmai, alimentano le speranze di poter cambiare se stessi o il mondo, ma se i risultati si scontrano con una realtà ostile – proprio perché realtà e non sogno - si pensa ugualmente che prima o poi le cose cambieranno, e la propria situazione sarà destinata a migliorare. Sia vero oppure no, resta comunque uno sprone a non farsi abbattere mai. In qualche caso, per la tendenza della casa a dominare, si diventa leader di una setta o partito, in parte credendo davvero in quello che si propaga, in parte confidando nell’ingenuità del prossimo.
 


In undicesima Nettuno è al posto suo, ma di rado è davvero dogmatico, o almeno non cambia mai idea nel corso della vita rispetto alle proprie credenze. Ossia, cerca qualche teoria in cui identificarsi pur non rimanendo poi ancorato per l’eternità agli stessi valori, almeno al cento per cento. Inquieto e sperimentatore, spesso aderisce a ideologie diverse, a volte in contemporanea, con la ragionevole certezza che, se pur esiste una verità, l’uomo è fallibile e ne riesce a comprendere solo una parte, si tratti di un mistico, di un filosofo, di un politico. Se sa essere lucido e disincantato nella vita quotidiana e non disdegna di cercare i suoi vantaggi là dove sia possibile farlo, al tempo stesso poi coltiva una forse illusoria idea che sia possibile un miglioramento collettivo, un risveglio delle genti, intellettuale o spirituale. Poi, nel momento in cui la realtà lo smentisce, suppone o spera che magari oggi non è ancora il momento, ma domani…
Nettuno in dodicesima è proiettato oltre, spesso verso una via ulteriore, l’aldià. Chi lo possiede ha in qualche modo, sempre relativamente alle possibilità di ognuno, una qualche convinzione religiosa. Paradossalmente, anche nei casi di ateismo, si ha una certezza totale, e non sorge il dubbio che magari c’è qualcosa che sfugge, al momento non comprensibile. Chi crede davvero pensa poi che nella nostra esistenza ci sia un disegno superiore e collettivo, chi ha meno certezze cosmiche ritiene comunque che mal che vada la morte segnerà la fine di una eventuale sofferenza, chiudendo le vicende di quel gran casino che ha nome vita. Quindi, si abbia fede oppure no, non si perde quasi mai la speranza, sia pure quella di non soffrire più, magari anche grazie al suicidio, spesso visto come il male minore. In caso di forti lesioni può accadere però che si modulino credenze religiose o convinzioni personali secondo un criterio pessimistico, recitandosi una litania interiore in cui ci si ripete che la vita è dolore eterno. Anzi, una merda, una merda, una merda.
 


Veniamo ora agli aspetti tra pianeti, in grado di creare varianti molto particolari rispetto a quanto le posizioni dei singoli pianeti farebbero ipotizzare.

Aspetti positivi tra Nettuno e il Sole indicano una incessante ricerca, in ambito ideologico ma non solo. È possibile infatti che nel corso della vita il soggetto voglia sondare i misteri ultimi dell’universo, cercando risposte alle domande più complesse e insolubili, tipo “Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo”. Al di là delle domande che si pone, di solito ciò che davvero gli interessa è il viaggio, non la meta da raggiungere. Così se pur possiede la speranza di potere andare sempre oltre, non si aggrappa di solito a una sola credenza. Forse non riesce a illudersi nemmeno del tutto. Conosce la propria natura irrequieta e mutevole e sa che in fondo vorrà sempre cercare qualcosa di nuovo, sperimentare qualcosa di differente. Tutt’altra musica vale spesso invece per gli aspetti negativi, in cui la paura delle 0proprie inquietudini, accompagnata al tempo stesso dalla volontà di cambiare che però non sempre riesce a realizzarsi, può dare la voglia di affidarsi a un’ideologia, a volte aggrappandosi ad essa. Un’ancora di salvezza da cui attingere una speranza che forse non si riesce a vivere in maniera così automatica e spontanea.
Rapporti positivi tra Luna e Nettuno non danno un particolare interesse o propensione per le ideologie. Si vivono piuttosto altre caratteristiche di Nettuno, quali fantasia, sensibilità e inquietudine emotiva. I due pianeti insieme ricostruiscono i valori Pesci, perché la Luna è esaltata nel segno e Nettuno vi ha il suo domicilio più forte, e la loro somma tende ad amplificare a dismisura l’emotività. Al di là delle apparenze però questa sensibilità spiccata non mette i soggetti che la possiedono in una situazione di fragilità, semmai dona loro un intuito raro nell’affrontare alcune situazioni. Difficile poi che si illudano, perché la profonda sensibilità consente di evitare a priori i pericoli, facendo loro credere che una soluzione la troveranno sempre, come spesso accade davvero. Rapporti negativi spingono purtroppo sul pedale del malessere emotivo, a volte creando personalità fragili e un po’ nevrotiche, che hanno bisogno di aggrapparsi a certezze per non farsi travolgere dalle ansie. Proprio per questo non è escluso che si affidino a ideologie, politiche, sociali o religiosi, per cercare di tamponare le paure. Di rado però riescono davvero a godere di una speranza spontanea, semmai credono ai dogmi della religione o teoria praticata per arginare le paure.
 


Trigoni, sestili e congiunzioni tra Nettuno e Mercurio danno più uno spirito curioso e irrequieto, e spesso una passione per la musica, suonata o coltivata da amatore, che una propensione per le ideologie. O meglio, si possono anche avere interessi per le dottrine religiose o sociali preferite, ma di rado ci si affida loro del tutto. Se mai, si preferisce conoscerle tutte quante, avendo le proprie preferenze, come è normale che sia. Quadrati e opposizioni necessitano invece di conferme e bramano certezze. Come per gli aspetti con la Luna, la ricerca di salvagente ideologici e religiosi lascia intuire una qualche forma di insicurezza o paura. La speranza sembra quindi più di facciata che di sostanza e ci si prova ad illudere affidandosi alle ideologie. In altri casi invece il senso critico proprio di Mercurio impedisce di credere del tutto a qualsiasi idea superiore.
Gli aspetti con Venere, sia positivi sia negativi, non sembrano avere molto a che fare con le simbologie di cui mi sto occupando. L’edonismo di Venere infatti tende a non dare troppo peso agli slanci ideologici di Nettuno. Semmai, è di natura speranzosa, e le illusioni possono essere esercitate soprattutto nell’ambito delle storie d’amore. È noto infatti che se non ci illudessimo almeno un poco faremmo molta più fatica ad innamorarci, e sull’altra persona di solito si proiettano attese e speranze che non rientrano nelle sue competenze o possibilità. Se gli aspetti sono positivi, il rapporto con la fede e l’ideologia può essere una ricerca di qualcosa di superiore che ti protegga in caso di bisogno, ma devono esserci altri aspetti collaterali perché davvero abbia effetto. Gli aspetti negativi tendono invece a creare poche illusioni in amore, facendo sì che la persona o non si innamori per timore della disillusione che proverà, o al contrario che si fissi come una cozza allo scoglio per paura di perdere le possibilità di essere amata da qualcuno. In maniera analoga, si può fare lo stesso per le convinzioni ideologiche e le credenze religiose.
Marte in rapporto positivo con Nettuno può dare il guerriero della fede, qualsiasi sia l’ideologia o la religione a cui aderisce. Il soggetto infatti si sente investito dal sacro fuoco di una chiamata divina, e impugna la sciabola o la predica per diffondere e far valere le opinioni in cui crede. Se pensiamo che il fenomeno sia limitato a un manipolo di fanatici in zone funestate da guerre, analizziamo invece quello che succede ogni giorno sui social network, dove persone all’apparenza civili ed educate si sbranano per opinioni politiche o religiose differenti, toccando a volte livelli infami. Come fanno appunto le persone impegnate in un conflitto, spesso capaci di tutto. Questi rapporti non favoriscono in particolar modo la speranza, anzi Marte dona un tocco di diffidenza preventiva che non aiuta troppo la serenità di fondo. Le illusioni per contro possono esserci, come quelle di riuscire a convertire tutto il mondo alle proprie idee. I rapporti negativi tra i due non sono molto diversi rispetto a quelli positivi, cambia però il modo di affrontare i problemi. Ossia con quadrati e opposizioni ci si sente spesso sotto assedio, non è escluso il pericolo di paranoia e si sta sulla difensiva per difendere le proprie idee e opinioni politiche. In qualche caso poi si può anche essere vittime di intolleranza religiosa o ideologica, per la difficoltà ad identificarsi nelle idee correnti.
   


Congiunzioni, sestili e trigoni tra Giove e Nettuno ricostruiscono rapporti tra pianeti che collaborano volentieri, anzi insieme strutturano due tra i segni più religiosi e pronti a seguire idee importanti, ossia Sagittario e Pesci. Entrambi sono portatori di una grande fiducia nel futuro, spesso dando per scontato che un’entità superiore, qualunque essa possa essere, aiuterà nei momenti più difficili della vita, e non solo in quelli. Le favole e le illusioni fanno parte della loro vita, e a volte ci credono tanto che riescono pure a farle diventare vere, anche se sulla carta si tratta di un miraggio o di una follia. O, se mai non si dovessero concretizzare, il soggetto pensa che in qualche modo si sono realizzate lo stesso, lavorando di immaginazione o di illusione. In media inoltre viene spontaneo credere in qualcosa capace di darti sostegno e conforto nel corso dell’esistenza, sia una religione sia qualcosa d’altro. Quadrati e opposizioni fanno invece puntare l’acceleratore sul pessimismo, e non si riesce a godere in pieno dei doni della speranza e dell’illusione. A volte rendendo anche difficile fidarti di una religione capace di confortarti nei momenti di bisogno. Anche se non ci sono ostacoli davvero rilevanti nel corso della vita, la strada sembra sempre un po’ in salita, perché manca il conforto del pensare in positivo. Che può essere anche una grossa semplificazione, ma aiuta.
Gli aspetti armonici tra Saturno e Nettuno inducono il soggetto a ritenere necessario il credere in qualcosa, perché la fiducia in un’ideologia aiuta a superare le difficoltà dell’esistere. Pur essendo molto lontano dall’ottimismo istintivo dei rapporti positivi tra Giove e Nettuno, qui si ragiona sul fatto che, come affermava Blaise Pascal, tanto vale scommettere sull’esistenza di Dio. Se per caso non ci fosse, avresti comunque goduto ugualmente di uno stato d’animo positivo che ti aiuterà in ogni caso nella vita, come affermano i principi base di psicologia e marketing. La speranza e le illusioni non sono quindi cieche e un po’ fesse, ma basate sul calcolo delle probabilità. Se le possibilità di riuscita in un’impresa sono al cinquanta per cento, conviene puntare su quella metà costruttiva, senza dimenticare però che niente e nessuno può però garantirti che tutto vada per il meglio. Ad ogni buon conto tu dovrai operare per un esito positivo, sia arrivi davvero sia accada invece il contrario. Ottimismo o meno, il soggetto cerca quasi sempre di aderire a una qualche forma ideologica o religiosa che gli consenta di dare un senso alle difficoltà del vivere, a volte trovandolo, altre solo cercandolo. Perché il viaggio a volte ha altrettanto valore dell’arrivo in un porto. Aspetti disarmonici possono creare un atteggiamento irrazionale nei confronti della speranza e del supporto che puoi trarre dalle ideologie, magari spingendo a compiere scelte sbagliate, come quelle di chi entra in una setta convinto di trovare pace e felicità.


Rapporti positivi tra Urano e Nettuno danno di solito un atteggiamento pragmatico anche nei confronti di ideologie e religioni. Anziché cercare a tutti i costi una verità superiore, si punta su chi al momento può darti un vantaggio, anche materiale. È noto infatti che i confratelli di una determinata fede tendono a favorire gli appartenenti allo stesso credo. Così magari chi possiede questi aspetti cerca appunto di ottenere favori materiali anche se si interroga sul fine ultimo della vita. In attesa di passare nell’aldilà, tanto vale facilitare questa esistenza. Rapporti negativi possono invece far sì che una scelta religiosa o ideologica risulti svantaggiosa per il soggetto, vuoi perché viene isolato o perché appartiene a una minoranza poco fortunata. La ricerca e l’illusione di una sicurezza emotiva finisce quindi decisamente in secondo piano.
Il sestile tra Nettuno e Plutone, l’unico aspetto possibile nel secolo scorso tra i due pianeti, non ha assunto particolari coloriture ideologiche. Ha però di solito fornito un legame tra creatività e cambiamento, facendo sì che nel corso della vita le persone seguissero a volte mode anche ideologiche che favorivano la creatività o la realizzazione personale. Si vedano ad esempio i cosiddetti sessantottini che, partendo da una contestazione ideologica alla borghesia, sono poi giunti ai vertici sociali, quasi sempre rinnegando i principi da cui erano partiti. Nettuno, si sa, è mutevole, e a volte pure paraculo.

 


Come già detto, infine, nel ventesimo secolo è stato difficile avere Nettuno isolato perché per più di cinquant’anni ha formato un sestile con Plutone. Per i non molti che sono nati al di fuori di questa configurazione planetaria, il pianeta isolato di solito non porta a una forte ideologizzazione. Anche il rapporto con speranze e illusioni è discontinuo, ma non è escluso che il soggetto di tanto in tanto confidi in esiti miracolosi che non ci saranno, anche se quasi mai si affiderà davvero e del tutto a questa illusione.

Terminato lo studio sull’influsso di Nettuno su ideologia, speranza e illusioni, il prossimo mese mi occuperò del rapporto del pianeta con musica, religione e droghe. Iniziando ovviamente ad occuparmi della sua presenza nei segni.

 


N.d.A. : Alcune delle riflessioni esposte nell’articolo sono ricavate da discussioni e indagini sull’argomento nel mio gruppo Facebook Rotte e approdi - Gruppo di astrologia dialettica morpurghiana1, da me creato e gestito.


1 https://www.facebook.com/groups/198516613553915/

 

massimomichelini1@virgilio1.it

NOVEMBRE 2019


Copyright © 2019La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati