LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Questo spazio è riservato alle domande dei frequentatori.
Non è un servizio di oroscopi on-line e i quesiti trattati avranno un interesse di carattere generale.
Se la domanda riguarda un particolare tema natale, andranno ovviamente segnalati i dati di nascita completi.

In basso a destra potete trovare il link per leggere l'archivio
con le precedenti risposte.


Scrivi qui la tua domanda.

?
!

IDENTITÀ DI GENERE, SESSUALITÀ E CROSSDRESSING -894

Caro Massimo,
come stai? Avrei una curiosità da chiederti: ultimamente sto dando sfogo ad un passatempo che avevo da tempo, ovvero il crossdressing. Ho comprato trucchi e vestiti da donna e, quando posso, mi travesto e provo a pensare a me stesso al femminile. Non credo che si tratti di transessualità, visto che in generale io mi riconosco nel mio sesso maschile; lo vedo piuttosto come un gioco, un momento per vivere allegramente delle movenze, delle azioni e degli atteggiamenti che al sesso maschile sono preclusi. Senza approfondire troppo l'argomento, la curiosità per cui ho pensato di scriverti è se riesci a rintracciare nel mio tema natale quali elementi possono essere indicatori di questo piacere (se ricordi già in precedenza ti avevo accennato della mia omosessualità, ma sai benissimo che si tratta di due dimensioni molto diverse. Che ne dici? Un saluto,
Z

14 marzo 2019

Nella mia lunga e curiosa vita mi hanno sempre affascinato le storie e le pulsioni, soprattutto quelle che evidenziano le differenze o le varianti dalla presunta normalità. Avendo da sempre ricevuto le confessioni spontanee di un gran numero di persone, forse perché cerco soprattutto di capire e riesco a mantenere un’infinità di segreti, miei e altrui, non mi stupisco di nulla. Constatando che, al di là della scemenze che si sentono in giro dal ministro Fontana in giù, i desideri umani hanno mutevoli sfumature, che qualcuno pone in essere e altri si limitano a fantasticare, o a coltivare in ambiti ristretti. Come il crossdressing, che è appunto il vestirsi con gli abiti del sesso opposto, da non confondersi con il travestitismo o l’identità di genere. Ci sono infatti anche molti uomini del tutto eterosessuali che amano farlo, magari nell’intimità con una partner, vera donna a tutti gli effetti. Poi ci sono anche gay come Z. che lo fanno saltuariamente, coltivando un piacere che non necessariamente è sessuale, credo, ma semmai di identità transitoria. Oppure è il dare corpo (e abito) a una parte di sé che non ha visibilità quotidiana e che non necessariamente corrisponde ai ruoli sessuali. Nemmeno la psicologia credo sia ancora riuscita a dare una chiara classificazione e spiegazione a queste tendenze e provo a dare il mio piccolo contributo astrologico. Affermando che, dopo che Z. me lo ha confidato, riesco a trovare una motivazione plausibile che però non necessariamente in altre persone avrà dato la tendenza al crossdressing. Ossia Z. ha un Marte in un segno e casa femminile (Cancro e dodicesima), anche se prodigiosamente sostenuto da Plutone in Scorpione e opposto a Urano e Nettuno in sesta casa. Se posso ipotizzare che Plutone abbia contribuito all’intensità degli appetiti, Urano e Nettuno hanno indirizzato alla “fissa” dell’abbigliamento. Urano immagino con una tendenza alla stravaganza (in senso ampio, ossia a una non totale omologazione) ma pure alla ricerca di una identità differente, perché sempre di un Urano in quella sesta casa che governa le masse e il conformismo si tratta. Nettuno poi dà al tutto un tratto nevrotico, oltre forse a una qualche angoscia sulla propria identità. La “diversità” cerca quindi di trovare una regolarità cambiando momentaneamente identità. Caro Z. dal mio punto di vista l’importante è che tu, come chiunque, sia sereno di fronte alle tue scelte, siano momentanee siano definitive. Non so se sai poi che sei in illustre compagnia. Un terribile ma potentissimo esponente del tuo segno, E. J. Hoover, capo dell’FBI per un tempo infinito, pare amasse il crossdressing, e si presentasse a certe feste particolari con il nome di Mary, e vestiti adeguati. Riuscì a farlo senza problemi, e a te auguro di essere sempre in sintonia con i tuoi desideri, qualunque essi siano, si trattasse pure di una minigonna damascata, o del tipo preferito.



?
!

I “BACINI” DEL 1989, I “BACINI” NEL 2019? - 893

Carissimo Massimo,
sono Cancro ascendente Vergine, Luna in Pesci, con un bel trigono a stella Sole, Luna e Urano in Scorpione, nata a ZZ il 5 luglio 19QQ alle 11. Ti scrivo per parlarti di Saturno, che si piazzerà “di fronte” (non mi piace considerarlo “contro”) al mio Sole a gennaio e poi a settembre 2019. La mia devastata vita sentimentale ebbe inizio nel 1989 a 11 anni, proprio durante la stessa configurazione astrale, che si ripeterà a gennaio e settembre del prossimo anno, quando feci per la prima volta i “bacini” con un mio coetaneo, che il giorno successivo fece i “bacini” con una delle mie amiche e che, per il successivo anno scolastico, litigò con me tutti i giorni sul pulmino che ci portava a scuola: io cercavo di distruggerlo a parole, lui mi distruggeva tutto il materiale scolastico che portavo per educazione tecnica e artistica (ancora non si parlava di bullismo). Nel 2001 con Saturno (di transito) in semi-sestile a 13° dei Gemelli (gli stessi gradi del mio Sole in Cancro), sulla cuspide della mia X casa, incontro Alfa, con cui ho una bella storia lunga e piacevole (intesa intellettuale più che fisica), che subisce il primo colpo quando, nel giugno 2004 con Saturno di transito in Cancro congiunto al Sole, incontro Beta: un amore irrealizzato che non porta a niente. La storia con Alfa termina nel 2008 quando, col sestile di Saturno in Vergine, che transita la mia XII casa, incontro Gamma. Storia inizialmente clandestina, in quanto entrambi già occupati; intesa soprattutto fisica, ma con un Pesci asc. Gemelli niente di concreto. Poi arriva il periodo aprile-settembre 2011 e il quadrato di Saturno dalla Bilancia, quando conosco Delta e decido di sposarlo, per separarmene dopo una serie di battaglie legali durate tutto il 2013, quando Saturno dallo Scorpione in III casa trigona a lungo il mio Sole per una serie di retrogradazioni, fortunatamente andate a buon fine. Adesso mi chiedo: con Saturno nuovamente “di fronte”, 29 anni dopo, riuscirò a guardare negli occhi quest’uomo che verrà e ad accettarlo con le sue debolezze e imperfezioni? O sarà la stessa solita lotta tra energia femminile e maschile e dovrò aspettare il prossimo trigono di Saturno in Pesci nel 2024?
Grazie mille,
V.

14 marzo 2019

Sono abbastanza certo che il problema non sia Saturno di transito ma l’Urano radix in doppio trigono al Sole e alla Luna, che ti fa cogliere all’istante le tante opportunità che la vita ti offre, dando poi tagli netti alle storie precedenti. Mentre leggevo il lungo e articolato resoconto della tua vita sentimentale una domanda mi sorgeva spontanea: “Ma questa donna non sa stare sola?” Parrebbe proprio di no e chiaramente non dipende da me stabilire cosa è bene e cosa è male per te. Però pare evidente che la solitudine affettiva non è contemplata nel tuo tema, di certo per la Luna in trigono al Sole e per Venere congiunta a Marte in Toro. E forse anche per una non troppo ragionata e ragionevole scelta dei candidati al tuo cuore, a causa di Saturno quadrato a Marte, ma pure per Plutone al quadrato del Sole. Ossia l’urgenza dell’attimo non ti fa vedere quanto prima o poi potrà portarti alla fine della storia stessa. Come sempre, sbagliando, il responsabile delle malefatte esistenziale ipotizzato è sempre uno e uno soltanto, ossia il povero e incolpevole Saturno. Che, se lo ha fatto davvero, semmai, nei transiti da te citati ha agito solo da detonatore di eventi già potenzialmente attivi nella tua vita. Capisco poi che tu sia Cancro e con un occhio quindi puntato fisso sul passato, ma iniziare la cronologia delle tue sventure amorose con i bacini dati sul pulmino delle elementari mi sembra un filino esagerato, giusto per rimarcare una sofferenza ritenuta quasi genetica. Se posso darti quindi un consiglio fortemente ironico, ti suggerisco di non baciare nessuno su un mezzo di trasporto durante il prossimo transito negativo di Saturno, a questo punto a settembre perché quello di gennaio è già passato. Magari approfittandone per provare ad avere meno urgenza di stare in coppia, comunque e sempre. Se proprio non ce la fai, allora forse ti converrebbe prendere atto che il tuo Urano in Scorpione funziona tanto e ti porterà ancora nuovi incontri, tagli bruschi, ripartenze dal via. Non dare però la colpa al povero Saturno. Ammesso che sia stato davvero lui il responsabile dei tuoi cambiamenti passati (ne dubito, ma non ho controllato perché come ho scritto per me i motivi dei tuoi amori sono altri). Le autentiche motivazioni astrologiche sono differenti, e magari sarebbe il caso se ci riflettessi su, questo è il mio augurio.



?
!

L’AMORE DEL DOTTOR JEKILL E MR. HYDE - 892

Salve gentile Massimo,
sono giunto a questo sito quasi per caso dopo la recentissima fine di una storia d'amore. E lo trovo veramente serio. L'ennesima storia d'amore dove mi sento dare del dottor Jekill e mr. Hyde. Entrambe le mie ultime storie durate circa 2 anni e mezzo iniziano con una passione incredibile e una voglia di sposarsi a breve. Poi la relazione incomincia a diminuire di intensità mano a mano che i progetti di vita assieme si concretizzano. Vengo lasciato. Sempre col ricordo di un amore incredibile e la frase "sei dottor Jekill e mr Hyde." Io rompo sempre l'idillio della relazione con una sfuriata dopo un inizio in cui sono tutto coccole e dolcezze. E poi mi ritrovo a non sapere più nemmeno chi sono, e parlo con amici e colleghi per ricostruire la mia identità. Finirà questo mio schema. Non ne posso più! Grazie mille per il bel lavoro che presenti sulla tua pagina.
Alberto

14 marzo 2019

Anzitutto ti faccio i complimenti perché non dai la colpa alle tue ex di quello che ti è successo e il fatto di aver dato retta alle critiche che ti sono state rivolte mi sembra un segnale di intelligenza. Mi permetto di dirti inoltre che suppongo che le tue ex avessero ragione, anche se dubito che tu abbia un’anima nera dietro a una parvenza di amabilità, ma assecondi piuttosto nel corso delle storie impulsi già presenti nel tuo tema, non sempre attivi. Mi spiego. In effetti nel tuo oroscopo radix convivono molti istanze diverse. Il Sole Pesci (sensibilità e mutevolezza), l’ascendente Gemelli (la voglia di divertirsi e di non annoiarsi) un Marte in Vergine (una certa dose di suscettibilità e l’essere attenti alle questioni materiali), una Venere in Ariete (la passionalità in amore) ma in undicesima casa (il cercare di guardare con distacco ai sentimenti). Ora capisco che anche la persona più controllata farebbe fatica a conciliare sempre e nel migliore dei modi tante istanze così diverse. Penso quindi che al momento di un incontro (o quando sei solo in cerca di un nuovo amore) vivi soprattutto il lato romantico e sentimentale, poi nella quotidianità passi poi alla noia e al non riuscire a trattenere impazienza e irritabilità, sconcertando le partner. Sono certo che tu non ne possa più anche perché poi vedi naufragare i tuoi progetti seri, a cui tenevi davvero ma che in qualche modo non hai saputo gestire, se i risultati sono questi. Credo che non si possa però modificare del tutto quello che si è. O meglio lo si può accettare e cercare di farlo capire a chi ti è vicino. Non nascondendo subito i difetti principali (ne abbiamo tutti, intendiamoci) ma provando a spiegare a chi tieni davvero le tue incongruenze anche se non si sono ancora manifestate. Magari facendo luce su di loro anche attraverso lo studio dell’astrologia. Ti consiglio allora di leggere qui nel mio sito le descrizioni delle tue posizioni planetarie. Prova a vedere se ti ci riconosci, cosa trovi di positivo e cosa non ti piace del tuo modo d’essere. Non ti cambierai del tutto, ma magari ti capirai meglio e in futuro farai meno errori nei tuoi rapporti di coppia. Te lo auguro di cuore.



?
!

CAPIRE IL PROPRIO TEMA E LE CASE VUOTE - 891

Buongiorno Massimo,
è da qualche tempo che cerco di capire qualcosa riguardo il mio tema natale.
Ho notato che non ho alcun pianeta in quinta casa, cosa rappresenta una casa vuota in un tema natale? Sono nata il 22 agosto del 19ZZ a WW. Grazie mille per l’attenzione.
Un saluto
Annalisa

14 marzo 2019

Non capisco perché le interessi solo o soprattutto la quinta casa vuota, visto nel suo tema sono ben sei le case senza pianeti, ma provo a spiegarmi lo stesso. Una casa non è mai vuota davvero perché, anche se non ospita pianeti, è pur sempre occupata da un segno. Quel settore dello Zodiaco poi sarà influenzato dai pianeti suoi governatori. Ossia per la sua quinta in Aquario lei dovrà tenere conto di Urano, Nettuno, Saturno (e in parte Plutone) governatori dell’Aquario. Nel suo caso bisogna poi tenere in conto che il suo Sole in Leone, signore per cosignificanza della quinta casa, è proprio nella casa dell’Aquario, l’undicesima. Ossia per quanto lei sia influenzata dal suo segno, e possa essere orgogliosa, generosa e altro, vivrà molte sue caratteristiche in modo più sfumato, cercando un equilibrio, una dimensione diversa da quella degli eccessi che le proporrebbe la quinta casa. Non vorrà quindi passare tutte le notti in discoteca, anzi preferirà situazioni in cui non le è necessario divertirsi a tutti i costi. Tenga inoltre conto che, avendo l’ascendente Bilancia, tutte le sue case sono occupate dal segno opposto in cui dovrebbero essere. Questo la fa essere abbastanza atipica, e la fa guardare alle cose del mondo, e di ogni settore zodiacale, con uno sguardo diverso. Come accadrà suppongo anche con la sua quinta casa, rendendola un po’ anarchica e fatta a modo suo per quanto riguarda l’educazione (sua e di eventuali suoi figli), il rapporto con il sesso, il divertimento, gli eccessi.



?
!

UNA SITUAZIONE FAMILIARE COMPLESSA - 890

Ciao Massimo,
la situazione attuale di mia figlia, dopo un sogno lavorativo infranto, è emotivamente al limite. Il trasferimento in un’altra regione, oltre a darle sicurezze economiche migliori, le avrebbe permesso di allontanarsi dalla nostra città e soprattutto da noi genitori. Il rapporto con noi è difficile, complesso, specie con il padre. Mio marito ha difficoltà ad accettare che questi figli siano ormai adulti e, ora più di prima perché, dopo ciò che è successo al marito di mia figlia, lui si sente ancora più responsabile di questo nucleo familiare che, oltretutto vive al piano sottostante (abbiamo una villa bifamiliare) e sicuramente con le migliori intenzioni affettive, invade continuamente i suoi spazi, per un personale bisogno di rassicurazioni. Lei in questo ultimo anno ha affrontato prove durissime e con una forza sovrumana, raramente l'ho vista piangere, adesso è esasperata. Ma la situazione è diventata invivibile anche per me che, di rimando, sono in mezzo a due fuochi. Soffro nel vedere la sua sofferenza e soffro nel vedere la sofferenza di mio marito quando lei lo caccia letteralmente fuori, salvo poi richiamarlo quando ha un bisogno e chiede aiuto. Vorrei tagliare la testa al toro e vendere per comprare, ognuno per sé, soluzioni abitative separate. Appena ne ho parlato con lei, mi ha detto che, al momento, lei avrebbe molte difficoltà a estinguere il mutuo e a richiederne un altro perché mancando uno stipendio, la banca non lo rinnoverebbe, non ci sono più i presupposti, le garanzie. D'altra parte, questa casa bisogna venderla in blocco, per come è strutturata. E adesso ti chiedo, puoi guardare la situazione astrale anche mia e di mio marito per sapere come potrebbe evolvere il tutto? Io vorrei solo un po’ di pace, vivere questi anni che ci restano in una situazione meno conflittuale e dolorosa. Lei è mia figlia, l'amo profondamente ma mi sento sfinita... Ti ringrazio
Cira

14 marzo 2019

Anzitutto mi auguro che le cose si risolvano al più presto e nel migliore dei modi, ma capisco che dipende solo in minima parte da te, perché il problema vero è tra tuo marito e tua figlia, indipendentemente dagli oggettivi e serissimi suoi problemi. Problemi che tuo marito, sia pure in buona fede, contribuisce a peggiorare con continue invasioni di campo, per così dire. Immagino che sia estremamente difficile convincere il tuo consorte a cambiare idea, avendo egli un Sole Capricorno in trigono a Saturno e un Mercurio sempre in Capricorno opposto a Urano e quadrato a Saturno. Ossia, dubito che sappia ascoltare. Essendo però il suo Mercurio ai primi gradi del Capricorno spero che l’attuale ingresso di Urano in Toro gli porti più ragionevolezza, o almeno un cambiamento lavorativo per la figlia capace di sbloccare in tutto o in parte la situazione. Mi sembra infatti altamente improbabile che un transito così importante non porti alcun beneficio, anche se, analizzando il tema tuo e di tua figlia, non vedo segnali così forti, in particolare proprio da chi dovrebbe e vorrebbe cambiare, ossia tua figlia. I tuoi pianeti a fine Scorpione riceveranno però nei prossimi anni il forte sostegno di Saturno e Plutone in Capricorno, e mi pare improbabile che non succeda nulla di positivo rispetto a una situazione ora stagnante. Registro inoltre che tutti e tre avete una casa quarta fortissima, e ciò rafforza il legame familiare ma anche abitativo, come pure però crea tra le pareti domestiche un clima non sempre idilliaco. Visto poi che a dover cercare di mediare tra i tuoi cari in lite sei tu, moglie e madre, ti suggerisco un ulteriore sforzo. Magari non risulterà utile proporre alle due parti di capire l’altra, ma ascoltare le lamentele reciproche sì. Solo dopo esserti sorbita le recriminazioni magari potrai cercare di far ascoltare loro le motivazioni dell’altro. Non si capiranno del tutto, ma magari l’essersi alleggeriti un po’ renderà meno tesa la situazione. Coraggio, cara Cira, capisco che la situazione sia pesante, ma prima o poi le cose si sbloccano e, fino ad allora, conviene cercare di smorzare le polemiche, in attesa di tempi migliori. In bocca al lupo per tutto.


?
!

ALMENO UNA STELLA CHE BRILLA - 889

Caro Massimo,
è da tempo che sono da sola (Capricorno del 02/01/19ZZ), con l'argomento "amore" non ho un buon rapporto, ho sofferto tanto. Dopo un matrimonio finito da tempo e una pseudo relazione in cui mi sono spesa tutto, ho chiuso a doppia mandata. Da poco ha fatto capolino una persona dello Scorpione (03/011/19ZZ), la conosco poco, non so i suoi trascorsi e se ha una famiglia, ma ho notato un interesse nei miei confronti. I miei dubbi sono tanti tra cui l'età, io sono più grande e di tanto anche se tutti mi dicono che non li dimostro ma rimane il fatto che ci sono e un uomo, si sa, cerca quelle più giovani. Consiglio cosa vedi nelle mie stelle???? Ce n’è una che brilla???
Grazie
Tea

14 marzo 2019

Vero che tra di voi ci sono una decina d’anni di differenza, ma lui mica è un adolescente in cerca di una mamma, ma un adulto consapevole. Quindi se fosse o è interessato mi sembra un problema secondario. Mi pare piuttosto che, immagino per la necessità di provare un nuovo sentimento e per risanare le ferite del passato, tu stia idealizzando un rapporto che ancora non è sbocciato. Se posso darti un consiglio, per quel che serve, è di provare a conoscere questa persona senza esagerare. Magari gli sei solo simpatica e il vuoto affettivo che provi in questo momento ti fa ingigantire queste sensazioni. Magari invece gli piaci ma, non conoscendoti a sufficienza, sta andando con i piedi di piombo perché non immagina una tua eventuale risposta prima di fare davvero il primo passo. Quindi almeno fagli capire questa tua disponibilità ad approfondire l’incontro. Senza un’ora di nascita precisa non so però se possa esserci una reale affinità, anche se mi pare di sì, ma ho in mano elementi incompleti. Immagino poi che tu sappia che, per la struttura del tuo tema natale, tendi a idealizzare gli amori. Non c’è nulla di male, l’importante è esserne consapevoli. Quindi ti suggerisco di approfondire la conoscenza senza eccedere nelle aspettative, poi si vedrà. Quanto alla buona stella, sicuramente ne hai una, ma come tutte le cose dell’universo ha bisogno di essere trattata bene in primis da te. Fallo, e la buona stella ti sorriderà.


?
!

IN CERCA DELL’ANIMA GEMELLA - 888

Sono nata il 03 09 19WW alle 3 e 45 a ZZ. Vergine ascendente Leone troverò la mia anima gemella? Sono sola e vorrei un po’ d’amore.
Grazie e buona giornata
Maddalena

14 marzo 2019

Cara Maddalena, ci sono amori di tanti tipi. Quelli travolgenti, altri di comodo, altri ancora che si sviluppano col tempo. Al di là di quello che sognano molti, soprattutto nella prima parte della vita, amare è anche un po’ un mestiere, salvo i rari casi in cui i desideri dell’uno e dell’altro vadano davvero di pari passo, e stabilmente. Per il resto per avere un affetto bisogna cercarselo, se le stelle in quel momento sono favorevoli, poi mantenerlo e costruirlo, come scrisse Ivano Fossati tanti anni fa in una sua splendida canzone. Non vorrei deluderti troppo, perché è evidente che vorresti davvero amare, ma non mi pare che ci siano transiti folgoranti per un incontro travolgente nel prossimo futuro. Penso però in tutta onestà che, con Venere in Leone e dodicesima, la settima casa in Aquario, una prima importante, Luna in undicesima, forse non ti dispiace del tutto restare indipendente. Se quindi stai cercando un amore unico che ti cambi la vita non credo ci sia la possibilità in tempi brevi. Se però vuoi scendere a compromessi trovando qualcuno che ti voglia bene e da amare con moderazione, non vedo nessun ostacolo in giro. Sempre che tu sappia accontentarti, ma non sono sicuro che il tuo carattere te lo consenta. In ogni caso auguri per tutto.


?
!

LE ASPIRAZIONI DEL GIOVANE R. - 887

Salve Massimo,
Se capisco qualcosina di astri è tutto merito del tuo sito e della tua costanza nel gestirlo. Siccome la mia comprensione è comunque limitata ho deciso di farti qualche domanda, così da capire se recentemente ho intrapreso la strada più giusta per me.
Sono nato il 08/07/19WW alle 9.15 a Z e un anno fa ho deciso di prendermi un anno sabbatico per scrivere un testo di narrativa. La scelta si è concretizzata tra fine settembre e inizio ottobre 2017, ma erano anni che desideravo farlo. Mi è costata qualche piccolo sacrificio, poiché ho lasciato il lavoro e la mia ragazza mi ha lasciato, ma posso dire che non tornerei indietro. Sono infatti molto contento di quello che ho prodotto, sia perché mi dà molta soddisfazione quello che ho scritto (e l'aver dimostrato a me stesso di poterlo scrivere), sia perché ho ricevuto dei riscontri positivi, alcuni dei quali molto positivi, dal ristretto numero di persone a cui l'ho fatto leggere. Ora però si tratta di cercare qualcuno disposto a pubblicarlo e questo mi spaventa tantissimo. In genere, da buon cancro con un Marte assai complesso, risolvo quello che non mi va di fare, o che ho paura a fare, procrastinandolo fino a che non diventa inutile farlo. Al contempo però devo trattenere alcune ambizioni di fondo, penso dovute al mio Nettuno e all'ascendente nel Leone, che mi spingono a mettermi in gioco ma che ho paura di vedere frustrate o ridimensionate. Fosse per me continuerei con il lavoretto che mi sono trovato continuando a scrivere, ma non mi va di farne solo un passatempo, sia perché vorrei dedicarle più tempo, sia perché in termini di riscontro economico vorrei che diventasse almeno un mezzo per arrotondare, sia perché ormai la sento una parte così importante di me che non voglio in alcuna maniera sminuirla. Cosa mi consigliano gli astri? Questa pratica può bastare per risolvere certe mie insoddisfazioni? Come restare con i piedi per terra, senza però mortificare le mie ambizioni? Ne approfitto per chiederti anche un'altra cosa, di carattere tecnico: non riesco a capire se nel mio tema la Luna a inizio Scorpione sia isolata o riceva una quadratura da Venere in Cancro. In teoria no, perché superiore agli otto gradi, però forse troppo poco e allora ho comunque il sospetto che abbia un piccolo influsso. Ti ringrazio per aver sopportato le mie seghe mentali.
Tanti saluti,
R

14 febbraio 2019

Carissimo R, prima che dal punto di vista astrologico ti rispondo sul piano umano, chiamiamolo così perché non mi viene altra espressione. Avendo avuto progetti e aspirazioni analoghe alle tue ti do alcuni suggerimenti esistenziali, per così dire. Ossia farai lo scrittore se hai l’urgenza di farlo, sapendo che la strada è lunga, complessa e irta di ostacoli. Perché un conto sono le aspirazioni – comunque importantissime – un conto è la realtà e le possibilità di venire pubblicato e ancora di più di guadagnarci pure qualcosina. Per farlo occorrono credo soprattutto tre cose: talento, costanza e pure culo, perché serve pure quello. Immagino che tu sappia che la scrittrice più ricca al mondo, J.K. Rowling, si vide da sconosciuta rifiutare il primo volume della saga di Harry Potter da più di trenta editori, mi pare. Venne stampata solo perché la segretaria di quello che divenne il suo editore lesse per sbaglio il dattiloscritto e lo consigliò al suo boss, che lo portò a casa, lo lasciò su un divano e poi si accorse che i figli si erano immersi nella lettura e non si staccavano più. La storia è vera, e probabilmente non è la sola. Per una Rowling che aveva e ha un grande talento e determinazione reali ci sono poi un esercito di altri che scrivono perché amano farlo, ma non hanno la possibilità di trovare un pubblico, piccolo o grande esso sia. I motivi possono essere i più vari, ma dal mio punto di vista occorre prima di tutto avere davvero cose da raccontare, farlo bene, ascoltare anche i giudizi degli altri. Ma di qualcuno che davvero ne capisca, perché nessuno nasce imparato e tutti, salvo i geni totali (rarissimi), hanno bisogno di consigli. Preventivando anche l’idea di una, due, cento porte sbattute in faccia. Forse a ragione forse a torto, bisogna comunque provarci per non restare in quell’anticamera dell’inferno del “se avessi detto, se avessi fatto”. Detto questo, il tuo tema natale ha di certo punti di forza e altri elementi di tensione. Tra angosce (opposizione Sole-Nettuno), ambizioni (trigono Sole e Plutone), ottimismo (Giove anche troppo stimolato in prima casa), un lato dark (Luna e Plutone in Scorpione), indecisioni tra una ricerca di equilibrio e una voglia di vivere a tutto tondo. Attenzione, quasi tutti gli artisti o creatori in genere hanno conflitti interiori più o meno grandi. Se posso darti un suggerimento ti consiglierei di ascoltare e coltivare proprio questi. Non farti prendere dai troppi entusiasmi che l’ascendente Leone, il Giove in prima e i pianeti in quinta vorrebbero. Anzi, entusiasmati pure, ma non crederci troppo. Se dovessi subire delusioni ci resteresti infatti troppo male, come è normale che sia. Trova in te un mix tra volontà, ottimismo, e voglia di esprimersi. Non è semplice, ma la vita stessa è complicata e il tema natale lo conferma. Anche il tuo lo fa, ascoltalo senza farti schiacciare. Difficile ma non impossibile.
PS: La Luna è isolata, un quadrato è tale fino a sei gradi.


?
!

SINASTRIE E ATTACCHI DI ORTICARIA PER LA LUNA NERA – 886

Ciao Massimo,
ma tu nell’interpretazione di un tema o di una sinastria tieni in considerazione la luna nera e i nodi lunari? Ti sarei grata per l’eternità se mi dessi un’occhiata a questa sinastria. LU (Lei) nata a H l’11/6…., LUI nato a K il 19/11…
Lu

14 febbraio 2019

L’eternità è un tempo infinitamente lungo, mi accontenterei anche della gratitudine fino a dopodomani, anche se per prolungata esperienza so che sto chiedendo troppo. Scherzi a parte ma mica tanto, veniamo a due questioni. Anzitutto NON tengo conto né di lunenere né di nodi lunari, perché faccio astrologia morpurghiana che non li contemplano. Non per limitatezza ma per un diverso approccio all’analisi del tema natale. Se poi eventualmente (ammesso e non concesso) dovessi mai impiegare altri elementi oltre ai dodici pianeti canonici, forse, e dico forse e ancora forse, potrei magari usare i nodi lunari che hanno una loro storia e dignità, non certo la lunanera che è pure passata di moda da quando Cloris Brosca non va più in TV (sostituita in verità da Chirone e altri ammennicoli). Fatta l’indispensabile e ironica premessa, veniamo alla sinastria. Prima della quale è necessario un altro sproloquio. Ossia una sinastria non può indicare l’unione perfetta perché non esiste in natura, ma la richiesta di una sua analisi riflette sempre in maniera precisa le paure e i dubbi di chi la chiede. In questo caso tu, cara Lu, con un Sole congiunto a Urano in settima e Gemelli, quadrato a una ansiosissima Luna in Pesci. In grado di indicarci che fai molta fatica a stare da sola, che è possibile che tu abbia avuto qualche rottura amorosa in passato - immagino più subite che agite ma non escludo nemmeno la seconda ipotesi - e questa tua necessità ti mette comunque ansia. Dall’altra parte anche il tuo compagno ha tre pianeti in settima e fatica pure lui a stare da solo. Gemelli e Scorpione hanno spesso un’ottima intesa intellettuale, mentre quella erotica va vista caso per caso perché di solito i Gemelli amano molto meno il sesso dello Scorpione, come è noto. Se riescono a chiudere però un occhio su eventuali scappatelle davvero non c’è problema. Sarà anche il vostro caso? Chissà, nessuno dei due è giovanissimo e i furori della carne dovrebbero essere un po’ placati. Penso comunque che abbiate abbastanza punti in contatto. Cerca di non soffocarlo come potrebbe volere la tua Venere in Toro né di ricoprirlo di ansie come suggerisce la tua Luna pescina. Intendiamoci, anche lui avrà le sue parti di colpa se mai dovessero presentarsi dei problemi seri. Auguriamoci di no, e vivi la storia al meglio. Tutto finisce in un modo o nell’altro, e di certo terminerà anche il vostro amore, magari solo quando uno dei due lascerà questa Terra prima dell’altro, se non morite all’istante in un incidente d’auto. Fino ad allora prova a goderti la storia, e a costruirla come invita a fare Ivano Fossati in una incantevole canzone. E usa l’astrologia per capire, non per sapere se siete perfetti o sbagliati l’uno per l’altro. Se capirai davvero sarai in grado di scoprire che un amore va appunto coltivato, con o senza astrologia. E se appassisce è perché non doveva durare.


?
!

DOVE MI PORTERANNO I TRANSITI? - 885

Ciao Massimo, come stai?
Sono nata a WW il 18/10/19XX alle…, un po’ grandicella. In questo periodo sono quasi serena, non ho un lavoro fisso, forse perché non lo cerco, cerco di essere positiva e guardo i transiti attuali e mi chiedo dove mi porteranno. Vorrei avere delle spiegazioni inerenti il transito di Giove attuale sul mio Mercurio e Nettuno e sul mio nodo lunare sud in Scorpio congiunti in decima casa. Inoltre cosa potrebbe significare il transito di Urano opposto al mio MC? Rivoluzione? Ho voglia di cambiare tipologia di lavoro, vorrei fare un lavoro creativo che ho in mente da anni ma la mia indolenza tipica della Bilancia mi pone un freno. Dico sempre inizio domani e non lo faccio mai. Cosa succederà? E quel Saturno di transito in prima casa mi darà le basi giuste per iniziare una nuova vita spero anche in dolce compagnia?
Lorella

14 febbraio 2019

Giove ormai si è allontanato da tempo dai tuoi pianeti in Scorpione ed è in una posizione neutra. Urano opposto al MC non fa un bel nulla, salvo forse qualche cambiamento di casa o nella casa, non perché si oppone ma perché è in quarta. Quell’Urano, e non Saturno in prima, potrebbe portare però nel corso dell’anno o in quello venturo davvero un incontro importante, grazie al trigono che formerà con Marte a inizi Vergine. Forse però penserei più a un incontro di passione che a un amore coniugale, come vorrebbe e piace alla Bilancia, con tutte le eccezioni del caso. Quindi per questo settore della vita sarei ottimista, salvo mie previsioni sbagliate sempre possibili perché nessuno ha la sfera di cristallo. Quanto al lavoro, ci sono indicazioni contrastanti. Plutone infatti forma un trigono per tutto l’anno con Urano, peccato che quadri poi il Sole. Da un lato penserei quindi a un qualche progetto molto positivo che potrebbe andare in porto, ma lo stesso progetto (o altro? Vai a sapere) potrebbe portare complicazioni e forse una non totale soddisfazione. Tieni conto però che quasi mai i transiti sono tutti positivi o negativi, come è la vita, né potrebbe essere altrimenti. Nettuno formerà poi un trigono a Mercurio, e favorisce il cambiamento o almeno il suo sogno. Troverai un lavoro che ti piace? Te lo auguro con tutto me stesso ma, se vuoi farlo, ricordati che l’indolenza va messa da parte. Io ci proverei, ma sono abbastanza convinto che lo farai anche senza il mio incitamento.


?
!

ESSERE MADRE E MOGLIE - 884

Buonasera Massimo,
la seguo da anni e la ringrazio per le sue riposte che leggo sempre con attenzione per cercare di imparare qualcosa. Sono una mamma di due gemelle di 4 anni che impegnandomi totalmente mi hanno distolto dal mio ruolo di moglie e mio marito lo sento lontano e distante. Cerco da neofita di interpretare i transiti e mi vengono duemila ansie (da cancerina) in quanto avrò la quadratura al Sole di Urano e Plutone e quindi vedo nubi nere all’orizzonte, anche se per esperienza le mie situazioni sentimentali si sono chiuse sempre con il transito di Urano quadrato a Venere una nel maggio 2005 e una ad agosto 2006. Io sono nata a X il 18/07/19ZZ all’una e venti mentre mio marito è nato a W il 27/10/19QQ a ...
Grazie mille!
Federica

14 febbraio 2019

Prima di concentrarmi sui transiti faccio una considerazione generale. Ossia lei sente che suo marito è distante. Forse allora, al di là del cercare nelle effemeridi i futuri transiti che potrebbero portare a una rottura, magari sarebbe più proficuo provare a risolvere il problema al di là dell’astrologia. Ossia tentando di rivitalizzare il rapporto, ascoltando suo marito, desiderandolo ancora, provando a fargli presente il suo essere troppo assorbita dalle figlie. O magari cercare un aiuto presso un terapeuta della coppia anche se, in tutta onestà, tutti quelli che conosco che hanno provato questa soluzione poi non sono riusciti a rimarginare i problemi, e quasi sempre ha solo rappresentato l’anticamera della separazione. Comunque la rassicuro sul fatto che il suo Sole ha già subito il quadrato di Urano, ma dovrà ancora vedersela con Plutone. Lo stesso dicasi per la Luna di suo marito, a fine Cancro. Che indicano che entrambi passerete un periodo di profonde riflessioni. Potrebbe essere una chiusura del rapporto? Tutto è possibile ma prima mi impegnerei per non farlo naufragare, suddividendo almeno le attenzioni tra figlie e compagno. Che altrimenti potrebbe davvero stancarsi e cercare altro. Di certo anche lui avrà la sua parte di colpa ma, se ci tieni davvero, non aspettare che la frittata sia fatta. Il Cancro se vuole ha molte doti, di certo più sensate del concentrarsi sul piangere in vista di futuri disastri. Se pensa allora che il suo matrimonio abbia ancora un senso, allora ci provi, poi succederà quello che deve succedere, ma almeno non sarà rimasta ad attendere il disastro senza muovere un dito. Può farcela, se lo vuole.


?
!

OSTACOLI E STRAPPI IMPROVVISI - 883

Salve Sig. Michelini,
sono approdata sul suo sito e mi ha incuriosito. La mia data di nascita è 02.10.ZZ alle WW. Incontro sempre molte difficoltà, ostacoli e strappi improvvisi tanto da perdere quasi la fiducia in me e la speranza. Mi chiedevo se dal mio piano astrale si evince quale direzione potrebbe prendere la mia vita, in ogni ambito, sempre molto incerto e al punto di partenza.
Grazie
Michela

14 febbraio 2019

Confesso che ho impiegato un po’ per capire il motivo astrologico delle sue difficoltà, che immagino reali, poi mi sono fatto delle ipotesi, anche se non avendomi raccontato nei dettagli i suoi problemi posso solo ipotizzare. Non mi ha detto inoltre se le difficoltà sono nel settore affettivo, lavorativo o che altro. Penso però che mi stesse parlando soprattutto delle questioni professionali e su quelle ragiono. L’ascendente Cancro, la Luna in decima e quattro pianeti nella casa del Cancro, la quarta, mi fanno pensare che lei abbia anche – anche, ma non solo – la tendenza ad avere bisogno di protezione e a chiudersi in se stessa. Tre pianeti in quinta però, di cui due in Sagittario a cui si aggiunge Nettuno sempre in Sagittario e sesta casa, mi parlano anche di una sua esuberanza un po’ ingenua, del buttarsi in certe situazioni senza ragionarci troppo su, andando forse in direzione diversa da quello che vorrebbe la sua parte che ha bisogno di protezione. Ecco, se questo è il problema o una sua parte, magari deve cercare di indirizzare meglio i bersagli trovando un compromesso tra il lato di chiusura e quello esuberante e non troppo prudente. Se poi volesse avere maggiore chiarezza per le questioni professionali, le suggerisco di puntare sul turismo, sul divertimento, eventualmente sull’insegnamento o il fitness, sempre che non prevalga il lato pigro. Per scendere però più nel dettaglio avrei bisogno di sapere altro, ma mi auguro che quanto detto le sia comunque utile.


?
!

LE INFINITE SCELTE SPEZZETATE DI UN GEMELLI - 882

Ciao Massimo,
sono Andrea, e come ricorderai ti ho già scritto. Da allora ti seguo su facebook, e ti sento molto più “vicino”. Sto frequentando il quinto liceo, quindi a breve dovrò fare delle ardue scelte riguardo al sentiero che prenderà la mia vita... esagerato? Melodrammatico? Forse. In ogni caso ecco le principali opzioni da cui non mi districo: 1) frequento il conservatorio e mi piacerebbe continuare con il percorso musicale. La musica è l’arte che sento più dentro di me. Ma ci sono dei contro: ho cominciato a studiare il piano anni fa, e nonostante una naturale inclinazione per la musica, a causa di un percorso accidentato, in cui ho cambiato vari insegnanti, vivo un paradosso: da una parte scrivo pezzi più complessi di molti miei coetanei, dall’altra sono in ritardo dal punto di vista esecutivo. La musica è più nel mio cervello che nelle mie mani. Ora, per avviare una carriera pianistica è tardino... nessun grande pianista a 18 anni non “quagliava” qualcosa di concreto, e non sono abbastanza presuntuoso da ritenermi l’eccezione che conferma la regola. D’altra parte, di continuare a studiare per diletto la mia decima casa si rifiuta. Potrei continuare come compositore, magari per film, visto che sembro promettere bene.
2) Da un anno ho scoperto la vocazione per il teatro. Adoro recitare, scarica la mia tensione nervosa. Molte persone ritengono che io sia dotato di un talento naturale, superiore a quello che avrei per la musica. Del resto anche prima di frequentare un corso, fin da piccolo ho sempre recitato. Plutone in terza vuole un pubblico... E anche quando esco con i miei amici sono teatrale. La vita è un palcoscenico... Quindi mi piacerebbe continuare anche questo percorso, che ho appena iniziato.
3) C’è la predisposizione alla scrittura. Questa mi preoccupa meno delle altre opzioni, perché è compatibile con esse. Credo che riuscirò sempre a ritagliarmi tempo per scrivere poesie e racconti. Ma riuscirò mai a trovare la determinazione e il coraggio di pubblicare opere in modo “sistematico”, quasi a farne una professione? Non parlo solo di letteratura, ma anche di giornalismo magari.
4) L’università. Dopo una lacerante indecisione - non ridere - ho deciso che la facoltà più indicata per me sarebbe Economia e Management. E siccome ho sempre quel problemino ad accontentarmi di poco, sto puntando a frequentare la Bocconi. Tu penserai: “L’economia che c’entra con il tuo animo artistico?” Eppure mi affascina molto, è un settore redditizio, e mi vedo bene come manager di una grande azienda. Anche come broker in realtà, tant’è che ho anche valutato Economia e Finanza, ma non scendiamo in altre diramazioni... In sostanza queste sono le quattro “vie”. La mia domanda è: in base alle mie più profonde inclinazioni, forse a me sconosciute, e magari anche in base a transiti futuri importanti, quale di questi settori dovrei scegliere? Mi correggo... il libero arbitrio non esiste. Il cosmo cosa ha in serbo per me? Cosa andrò a “scegliere” effettivamente? E sarò soddisfatto? Come sempre sono stato troppo verboso. Ti ringrazio per essere arrivato a leggere fino alla fine.
Andrea

14 febbraio 2019

Carissimo Andrea,
ti faccio una previsione precisissima, molto più di quanto faccio di solito. Ossia da grande farai l’economista/pianista/istrione e scrittore, quasi di certo alternando queste attività noiose e ripetitive con il free climbing, lo sciamanesimo, l’apicultura bioenergetica, lo shiatsu bidimensionale e lo psicanalista, ma solo a giorni alterni. Scherzo ma non tanto. Vale a dire che i tuoi dubbi e indecisioni rispetto a scelte definitive significative te li porterai dietro per tutta la vita per motivi molto precisi. Ossia da bravo Gemelli ti annoi, con la tua terza casa in Scorpione ma con Luna e Plutone in Sagittario, hai un innato entusiasmo per tutte le possibilità offerte dalla vita, mentre Nettuno e Urano in Aquario creano possibilismo e mutevolezza. Soprattutto perché Urano è in trigono al Sole in Gemelli e amplifica la possibilità di acchiappare tutte le occasioni del reale. Ovvero caro Andrea è uno strazio scegliere e lasciare fuori qualcosa, e il quadrato tra Urano e Giove e Saturno potrebbe crearti qualche malumore rispetto al lavoro. Questione però comune a quasi tutti, quindi da mettere in preventivo. Cosa sceglierai? Non lo farai secondo me, ma ti tufferai volta per volta nelle occasioni che ti si presenteranno, perché perderne una sarebbe un peccato mortale. E diventerai appunto esperto di marketing/pianista/primattore e poeta, oltre che le tante cose che ancora non hai incontrato e abbraccerai con entusiasmo, e che non so nemmeno immaginare. Un consiglio però: per sostenere ritmi come i tuoi bisognerà mantenere in forma il corpo e il cervello. Ma sono certo che ce la farai. In bocca al lupo per tutto.


?
!

DUE ASPETTI PLANETARI PROBLEMATICI? -881

Buonasera Sig. Michelini
Mi chiamo Enrichetta sono nata il 27/04/19JK alle ore 11.30 a ZZ e Le scrivo perché ho letto alcune delle sue risposte date ad utenti che le chiedevano informazioni su aspetti riguardanti il loro tema natale. Sottolineo che io sono appassionata di astrologia e attraverso questa mia passione ho cercato di interpretare (sia pur in maniera molto rudimentale) la mia carta astrale. Essendo però un'inesperta in materia le chiedo alcune delucidazioni su alcuni aspetti del mio tema natale e cioè: Ho il Sole in opposizione a Nettuno e Venere quadrata a Saturno che non mi sembrano delle buone posizioni. Infatti in amore ho sempre dovuto faticare molto e in passato ho sofferto di una forte forma di depressione, di cui ho ancora le ferite e spesso come in questo periodo sono abbastanza sfortunata. Lei gentilmente può esaminare, data la sua grande esperienza, questi due aspetti? La ringrazio vivamente e le invio i miei più Cordiali Saluti.
Enrichetta

14 febbraio 2019

Cara Enrichetta,
come quasi tutti ha riservato la sua attenzione solo sugli aspetti negativi del tema trascurando però del tutto quelli positivi, tanti e portatori immagino di cose belle. Da questi allora parto, prima di toccare le negatività. Ossia il suo Sole è sì opposto a Nettuno, ma è pure in trigono a Giove e Plutone, in trigono anche tra di loro. Ovvero lei ha anche grandissime capacità di rinascita come una certa fortuna di fondo, perché Giove quasi sempre è un salvagente efficace per salvare da eventuali disastri. Venere dal canto suo è sì quadrata a Saturno, e potrebbe portare problemi in amore (ma mi citi lei chi è davvero solo contento per le questioni sentimentali) ma è pure in trigono a un Urano in prima casa, che le dà anche tanta energia e voglia di fare. Vero però che Nettuno opposto al Sole può creare qualche angoscia, e lei mi racconta di aver sofferto di una forte depressione, e non stento a crederle. Da cui però è uscita, mi auguro brillantemente. Allo stesso modo per le questioni di cuore mi dice che ha dovuto faticare, e le credo ugualmente, ma poi non è rimasta da sola. Forse ha fatto però scelte non sempre felici, o non credeva del tutto nella possibilità di una storia. Sia come sia, credo che lei non abbia delle sfortune cosmiche, piuttosto difficoltà momentanee e persistenti che sa però affrontare grazie alla sua grinta e coraggio. Quindi problemi sì, ma ne hanno tutti, ma anche tante chance di andare avanti bene, con qualche momento duro di tanto in tanto.


?
!

SBAGLIARE SAPENDO DI SBAGLIARE? - 880

Buonasera Massimo,
credo che la cosa più utile per me sia chiederle di una situazione passata e morta da anni. Una situazione che come tutte le situazioni che chiudo danneggio di proposito irreversibilmente. E questa situazione era già malata di suo. Penso di conoscere abbastanza le personalità, entrambe non convenzionali, e conosco i motivi salienti per cui ho volutamente trascinato la situazione e poi l'ho conclusa. Vorrei sapere se quello era il mio treno.
Grazie
Enrica

10 gennaio 2019

Carissima Enrica,
ho deciso di trattarla male, malissimo, dandoci dentro con la mia specialità astrologica, ossia la risposta elettrochoc. Aggiungo per coloro che leggeranno queste righe che Enrica non mi aveva cercato per una risposta, ma per farmi i complimenti per la rubrica. Sono stato io allora a chiederle se non avesse una domanda, perché tutti ne hanno una. Dopo un po’ di tira e molla, spunta il tarlo segreto e, rivangando il passato, pure la tentazione di rifarsi viva con il vecchio amore. Da quello che mi ha scritto in varie mail, il legame si è riacceso per poi interrompersi nuovamente per i motivi di un tempo. All’istante infatti sono scattati comportamenti di Enrica che hanno fatto interrompere a lui la storia, con Enrica che piange sul latte versato. Anziché indagare sulla perfezione dell’incastro tra lui e lei (che non esiste in natura, per nessuno tranne rari o rarissimi casi che non si pongono il pensiero di essere perfetti l’uno per l’altro, lo sono e basta), mi pare utile analizzare il tema di E., con un baldanzoso Marte in Leone non leso che parla di una notevole fiducia nei propri mezzi, e di una certa tendenza all’aggressività. E. però è Cancro, con un Sole solo leso in dodicesima che la porta ad essere fuori dagli schemi, solitaria, forse con la volontà più o meno conscia di restare libera, e un po’ infelice. Tendenza ribadita dalla settima casa in Aquario, portatrice di istanze di libertà nei rapporti, ma pure da un Giove isolato in Pesci e ottava, che parla di un “non interesse” per la stabilità e forse dell’ansia di perdere la sicurezza. E. poi è davvero libera e fuori dagli schemi, come vogliono quattro pianeti in undicesima casa tra Gemelli e Cancro. Non ci sarebbero problemi nell’esercitare il proprio essere fatta a modo suo se i tre pianeti in Cancro, Luna compresa, non fossero quadrati a Plutone in terza. E qui scatta il tormento, azionato da lei stessa, intendiamoci. Forse, e ribadisco forse ma da quello che mi scrive sembrerebbe che lo faccia con una certa consapevolezza, mettendo in atto certi comportamenti per ritrovarsi da sola, a piangere sulle sue disgrazie. Quasi come se una ferita originaria avesse bisogno di altro sale per riprovare lo stesso dolore di un tempo. Lei è una donna estremamente intelligente, e queste cose le sa. Si chieda quindi se è questo che vuole oppure no. Se lo è non c’è problema, per me di sicuro ma anche per lei, se non lo è, provi altro. Credo però che il disastro recente, perché lei stessa è consapevole di questo, sia stato causato da Saturno di transito in Capricorno, opposto al suo stellium in Cancro e quadrato al Plutone radix. Quindi per una volta la assolvo dai suoi peccati, purché mi faccia una promessa. Se il suo comportamento le fa male cerchi di modificarlo, non è semplice ma nemmeno impossibile. Perché lei sa cosa la spinge ad agire così, deve trovare solo la consapevolezza e la volontà di cercare di cambiare. Non è facile, ma nemmeno impossibile. In bocca al lupo per tutto, le auguro di trovare un suo equilibrio, se lo merita.


?
!

IL SAGITTARIO E I VIAGGI - 879

Ciao Massimo,
mi rifaccio viva per porti un quesito sui viaggi, in relazione al segno del Sagittario.
Ti sottopongo quattro date di nascita: la mia, - Pesci asc. Sagittario; la mia amica Q. Vergine asc. Sagittario; la mia amica X. - Bilancia asc. Sagittario; mia cugina W. - Sagittario asc. Bilancia. In teoria, il Sagittario ha tra le sue caratteristiche, l'amore per il lontano, i viaggi e l'esplorazione (anche mentale). Abbiamo tutte in comune il Sagittario come segno natale (mia cugina) o ascendente (le altre tre). Mia cugina non ama viaggiare, credo che il suo unico viaggio sia stato quello di nozze. Non va mai in vacanza, nemmeno in luoghi vicini, e neppure fa una gita di un giorno. Nella sua casa 9a sta Urano opposto a Sole e Mercurio in 3a, e sestile a Saturno in 11a. Non solo non viaggia, ma non va mai nemmeno in centro città, si limita al suo quartiere per la spesa, non legge e non credo che abbia interessi di nessun genere. La mia amica X. ama viaggiare. Ora si trova in Argentina, dove è andata da sola, prenotando aerei, alberghi e hotel via internet, senza appoggiarsi a nessuna agenzia. La sua casa 9a, tra Cancro e Leone, è vuota e opposta a una 3a pure vuota. La mia amica Q. è la più viaggiatrice. Ha girato buona parte del mondo, in passato con il compagno, e ora, dopo la separazione, da sola. Come T. organizza tutto da casa e parte. Non c'è luogo vicino o lontano che non abbia visto e nutre un malcelato disprezzo per chi non voglia salire su un aereo. La sua casa 9a è tra Vergine e Bilancia, (come quella di T.) occupata da Venere, Saturno e Nettuno. Sia T. sia R. hanno iniziato a viaggiare da sole giovanissime. Io sono sempre andata solo in vacanza con mia mamma. A 12 anni, mentre eravamo al mare, ho cominciato ad avere problemi col cibo, lo rifiutavo, senza arrivare all’anoressia. In contemporanea allontanarmi da casa ha cominciato a essere un problema. Partire voleva dire star male e non mangiare. Da adulta, dopo una lunga psicanalisi, ho superato il problema col cibo, ora mangio volentieri, ma partire è sempre problematico, anche se non come decenni fa. Posso andare in vacanza da sola per un soggiorno al mare, montagna o lago, senza problemi, ma non partirei mai da sola per un viaggio all'estero. Ho visto pochi paesi europei. Quando Q. si meraviglia perché molti non viaggiano pur avendone la possibilità, vorrei spiegarle che ci possono essere altri motivi per cui uno non viaggia, ma non so se lei riuscirebbe a comprendere l'angoscia che può comportare una partenza. La mia casa 9a è tra Leone e Vergine, occupata da Saturno opposto a Sole e Mercurio in 3a, senza recuperi. La mia domanda è: oltre alla casa 9a, quali aspetti trovi nei nostri temi che spieghino l'attrazione per i viaggi o l'avversione per gli stessi?
Tiziana

10 gennaio 2019

Credo che in realtà la risposta te la sia già data tu, per tutti i quattro temi natali che mi sottoponi. Ossia siete tutte fortemente influenzate dal Sagittario, ma con importanti sfumature. Anzitutto la tua amica insegnante della Vergine è quella che ha più propensione per il viaggio e l’avventura, avendo tre pianeti in nona e l’ascendente a fine Sagittario, nei gradi di Nettuno che regolano appunto l’avventura e l’esplorazione. L’amica nata all’estero ha in quei gradi Giove, in trigono per di più a Urano, ed è quindi abilissima nell’organizzare i propri viaggi nel lontano. Tua cugina ha invece un Sole in terza, per di più opposto a Urano in Gemelli e nona, che si oppone pure a Mercurio. In questo caso scatta addirittura l’effetto contrario, ossia la paura dello spostamento, non solo nel lontano ma pure nei luoghi troppo lontani da casa. Credo però che questo effetto le derivi dalla Venere isolata in quarta e dalla Luna molto lesa in Pesci, che le creano ansie di varia naturaa. Quanto a te, l’ascendente è nei gradi iniziali del Sagittario, legati a Giove e non a Nettuno, e nella tua nona casa c’è un Saturno solo leso in Vergine, che probabilmente ti blocca. Nel porre però il quesito hai raccontato una cosa molto interessante, ossia il problema con l’alimentazione nato nell’adolescenza, per fortuna risolto. Credo che abbiano una identica origine, ossia il rifiuto ad allargarsi, in un caso con gli alimenti, nell’altro con la mente, legati in entrambi i casi agli aspetti negativi che ricevono sia la terza sia la nona casa. Penso però che non sia obbligatorio per nessuno viaggiare, anche se potrebbe farlo. Se proprio vuole vedere cosa c’è al mondo, internet e la TV offrono ampie spiegazioni. Se proprio invece non gli interessa può fare infinite altre cose. Compreso cercare di capire tramite l’astrologia come uno stesso ascendente o segno possa dare risultati diversi. Per il semplice motivo che un analogo impulso può manifestarsi in centomila modi differenti.


?
!

UN’ALTRA OPPORTUNITÀ - 878

Ciao,
mi chiamo Marisa sono nata a X il 16/03/ZZ alle 07.20. Ho divorziato quest’anno dopo 6 anni. È stata una relazione sbagliata dall’inizio. Avrò altre opportunità di conoscere qualcuno ? Grazie mille
Marisa

10 gennaio 2019

Una Pesci col Sole in dodicesima casa ha sempre infinite opportunità, ma non tutte vanno di pari passo con la stabilità e la serenità d’animo. Perché un po’ è attirata, anche se inconsapevolmente, dalle situazioni fuori dagli schemi. Aggiungiamo poi che lei ha una Venere in Pesci, una Luna in Scorpione e Marte in Aquario, ha di certo la tendenza a uscire fuori dagli schemi, in amore ma non solo. Se non avesse la Luna in settima casa forse si accontenterebbe di amare chi la vita le fa incontrare, con quel pianeta lì fatica a stare da sola. Credo poi inoltre che abbia un po’ il radar per scegliere l’uomo più complicato, con quel Sole in dodicesima quadrato a Giove e Marte in undicesima opposto a Urano. Quindi un po’ di perturbazioni amorose deve metterle in conto, e immagino che, non essendo nata ieri, se guarda al suo passato di certo sa di cosa parlo. Quanto a un amore, non so se arriverà quello definitivo e rasserenante, ma immagino che una storia troppo tranquilla non riesca a imbastirla, ma penso che quando Plutone formerà un sestile al suo Sole qualcosa accadrà. Potrebbe succedere qualcosa tra aprile e maggio, più probabilmente nel 2020 quando il transito sarà più preciso. Le sembra troppo lontano? Forse, ma non credo che si annoierà in attesa di un nuovo incontro, non rientra nelle sue modalità di vita. Apra gli occhi e tenga aperto il cuore, il pensionamento affettivo non le appartiene. Si dia da fare e qualcosa succederà.


?
!

TRANSITI PUNTUALI COME CARTELLE ESATTORIALI - 877

Gentile Massimo,
sono nata a X il 19 gennaio 19ZZ, alle ore 10,10. L'anno scorso ho subito un intervento d'urgenza a cuore aperto per una improvvisa dissezione della aorta e sono stata salvata per un pelo. Urano transitava quadrato al mio Sole natale e quadrato all'Urano di nascita. Ora vedo che Urano ha iniziato il suo moto retrogrado e il giorno del mio prossimo compleanno sarà di nuovo quadrato al Sole e Urano natale e anche al Sole di transito. Sono terrorizzata. Spero che lei possa confortarmi, segnalando qualche transito di "alleggerimento" che a me è sfuggito, non essendo una studiosa di astrologia, ma una semplice appassionata della disciplina, senza l'esperienza necessaria per una previsione seria ed attendibile. La prego mi aiuti, ho tanta paura. La ringrazio per l'attenzione.
Renata

10 gennaio 2019

Immagino e suppongo che, dopo un intervento come quello che ha subito, si tenga sotto costante controllo medico, mantenendo monitorato lo stato del suo cuore. Vero che a volte certi eventi sfuggono anche agli esami più attenti, ma con i passi da gigante che la medicina ha compiuto negli ultimi decenni dubito che un rischio serio non possa essere preventivato. Mi sembra inoltre altamente improbabile che, dopo aver subito un intervento di questo tipo – non mi ha dato la data del momento in cui è successo il problema e quindi non posso verificare astrologicamente i transiti precisi del fattaccio – le possa ricapitare lo stesso identico problema con un transito preciso come quello che mi ha indicato. Attenzione, penserei che sarebbe possibile se non fosse già successo. Ora, per questo motivo, mi sembra del tutto improbabile. Aggiungo poi che, col senno di poi, lei aveva astrologicamente la predisposizione alla patologia che le ha capitata. Nel suo tema natale il Sole – organo del cuore – è infatti opposto a Urano – la rottura brusca - e quadrato a Nettuno – la cattiva ossigenazione del sangue. Da quello che ho letto, la dissezione aortica accade quasi sempre a soggetti con la pressione alta, spesso ai fumatori, e un Sole come il suo – anche sestile a Marte e Saturno – indirizza in effetti verso questa tipologia fisica. Sono praticamente certo che non le capiterà nulla di quello che teme nei prossimi giorni ma, se non ha fatto controlli recenti o recentissimi, si conceda un esame anche a pagamento nei prossimi giorni. Non perché debba temere qualcosa, ma perché ha necessità di essere rassicurata. Io ci provo attraverso l’astrologia, ma non sono un medico e magari una doppia conferma la farà stare più tranquilla, e il cuore ha bisogno di serenità. Mi scriva a marzo, quando Urano sarà entrato in Toro, e mi inviti a bere qualcosa. Brinderemo alla sua salute ritrovata, ne sono certo.


?
!

INCLINAZIONI PER IL LAVORO - 876

Caro Massimo,
vorrei disturbarla un’altra volta, spero l’ultima, per dirle che ha centrato il problema, ma il punto è che alla mia età è molto difficile cambiare lavoro. Sono arrivata al punto in cui dubito di tutto e ho il terrore di poter finire per strada. So benissimo che il lavoro che faccio mi fa schifo, ma c’è comunque un piccolo stipendio. A questo punto le chiedo, dal mio tema lei vede qualche inclinazione particolare? Mi piacciono l’astrologia, la filosofia e l’informatica, però per quest’ultima tremo al ripasso dell’algebra, svolta ormai 40 anni fa.
Antonella

10 gennaio 2019

Mi scuserà se sono diretto, ma credo che sia sbagliato, sempre, chiedere a un tema natale quale sono le proprie predisposizioni in campo lavorativo e altro. Se non si ha una passione forte e chiara, in particolare quando non si è più ragazzini, forse conviene lavorare piuttosto sulle questioni caratteriali che non rendono soddisfatti. Nel suo caso direi in particolare Urano e Plutone in Vergine che quadrano in pianeti in Sagittario e dodicesima, e creano un divario tra le necessità del quotidiano e la voglia di avventura e di cose che rendano felici. Cerchi quindi di trovare un equilibrio tra sogni e realtà, o almeno non si lasci travolgere dalle paure e dalle insoddisfazioni. Non può di certo fingere che non ci siano, peggiorerebbe solo la situazione, ma magari dovrebbe compiere uno sforzo per comprendere le sue ansie per il futuro e trovare un modo per placarle. Quanto al lavoro che non piace, se pensa che sia difficile o impossibile cambiarlo tenga quello che ha, ma cerchi fuori dall’orario d’ufficio qualcosa che le piaccia. Perché questo deve fare, secondo me, cercare di placare anzitutto l’insoddisfazione, non respingendola ma accettandola. Magari raggiungendo la consapevolezza che il quadrato radix di Plutone al Sole non le consentirà mai di trovare del tutto pace. È però uno di quegli aspetti che bisogna saper cavalcare. Se ci riesci non ti accontenterai mai del tutto ma avrai infiniti stimoli che ti possono arricchire la vita. Bisogna però avere la voglia e il coraggio di trovarli. E questo spetta a lei.


?
!

LA DATA GIUSTA PER UN VIAGGIO - 875

L’anno prossimo voglio fare un viaggio impegnativo di due settimane in Islanda con auto a noleggio. Ho a disposizione due periodi: o dal 10 al 25 agosto (periodo fisso di chiusura della ma ditta), con un gruppo di persone che non conosco ancora, oppure un altro periodo da scegliere e ho pensato dal 5 al 19 maggio con un amico. Quale secondo lei potrebbe essere il periodo più favorevole? Sono nato il 21 ottobre 19xx alle 16.40.
Giuliano

10 gennaio 2019

Questo dovrebbe essere comunque un anno fortunato per i viaggi, con Giove che le transita nella sua nona casa in Sagittario. Se non ha già deciso altrimenti, perché la domanda mi è stata posta mesi fa ma ci sono questi tempi di attesa, forse preferirei agosto, perché in maggio Marte in Gemelli e terza si opporrà a Giove in nona e potrebbe portare all’inizio del viaggio nervosismo e magari qualche difficoltà di comunicazione con l’amico e compagno di avventura. Marte però formerà anche un trigono ai suoi pianeti in Bilancia, e le cose quindi non dovrebbero finire così male, anzi. Se invece scegliesse agosto, Venere e Marte in Leone in quinta casa, in aspetto positivo sempre ai suoi pianeti in Bilancia e settima, potrebbero far ipotizzare un incontro amoroso, o almeno relazioni piacevoli con i suoi compagni di viaggio. Sempre che sia in cerca di una storia, e che nel gruppo ci sia qualche persona adatta allo scopo. In entrambi i casi il viaggio dovrebbe risultarle affascinante. Mi mandi una cartolina dall’Islanda, sia che parta in maggio sia che lo faccia in agosto.


?
!

L’AMORE SERIO? - 874

Buongiorno... Nata il 21/08/1960, ho dubbi rispetto a Nettuno di transito che agisce mandandomi in pallone negli affetti e chiedo in che modo agirà il buon vecchio Saturno prox anno in transito? Farà capolino un amore serio? Riuscirà a neutralizzare Nettuno? Un abbraccio
Luisa

10 gennaio 2019

L’effetto di Nettuno sta svanendo rispetto a Venere e rispetto a Marte, che di nascita sono quadrati tra di loro e dovrebbero passare quindi gli eccessi di illusione e fantasticherie. Saturno poi già questo mese forma di nuovo il trigono a Venere già presente alla nascita, e la direzione è quella. Penso però che per avere qualcosa di radicalmente diverso sarebbe necessario il transito di un pianeta importante che sostenga il complicato Marte in Gemelli e settima, ma all’orizzonte non si profilano passaggi planetari di questo genere. Però, cara Luisa che mi cambia in continuazione nome, per un amore serio occorre anche una preparazione personale, come pure la capacità di non proiettare all’esterno troppi bisogni. L’amore è un dare e un avere, e non bisogna svendersi troppo per ottenerne una parvenza di affetto, o si creano sempre situazioni sbilanciate. Impari piuttosto a stare da sola, se ci riesce, magari creando le condizioni giuste per avere poi un amore serio. Perché la troppa necessità di stare in coppia può creare uno squilibrio che la mette in una condizione di svantaggio. Impari a volersi bene, davvero e non solo sulla carta, un amore serio potrà così arrivare. Ma non si compra al supermercato, bisogna saperlo costruire. Non è semplice, ma non è nemmeno impossibile.



Forum - 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7| 8| 9| 10| 11| 12| 13| 14|



Copyright © 2019La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati